menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giordani su via Anelli: "Fiducioso si trovi un accordo per acquisire tutti gli appartamenti, ma niente proclami"

L'assessore Micalizzi: "Credo nella concertazione e nel rispetto. Lavoriamo seriamente per arrivare a una soluzione che soddisfi tutti, ma niente annunci prima del tempo"

La vertenza Via Anelli continua a tenere banco. Il Sindaco Sergio Giordani, bloccato sulle scale di Palazzo Moroni dai giornalisti, non ha tanta voglia di rispondere anche se esprime molta fiducia affinché si possa trovare una soluzione. La prima domanda è chiaramente sull'inchiesta che è stata aperta a settembre: "Hanno ragione a fare una inchiesta, che ci sia degrado non c'è dubbio. Noi, fino a che non acquisiamo tutti gli appartamenti non possiamo fare nulla. L'obiettivo è quello di chiudere questa vicenda nella soddisfazione di tutti. L'assessore Micalizzi sta lavorando alacremente affinché questa vicenda si chiuda una volta per tutte, quindi forse fareste meglio a chiedere a lui". E' comunque ottimista il primo cittadino, ci tiene a ricordacelo. 

La palla a Micalizzi

L'assessore Micalizzi se è possibile, tiene un riserbo ancora maggiore del sindaco Giordani. "Anche io mi auguro che per giugno la situazione si risolva. L’intenzione è quella di acquistarli e la rattativa con i privati è seria. Perché noi come amministrazione vogliamo trovare un accordo che che soddisfi tutte le parti: il comune, le persone che nel quartiere ci abitano e e proprietari".Quando cerchiamo di spingere un po' per strappargli qualche parola in più, l'assessore Andrea Micalizzi precisa con fermezza: "In generale, ma soprattutto in casi come questo, credo che bisogna tenere un atteggiamento diriservatezza, senza proclami tipo espropriamo, compriamo, facciamo per poi non farlo davvero". Nonostante questa ritrosia ad aprirsi su una vicenda che da anni è sulla bocca di tutti, insistiamo. "La questione ruota anche intorno ai soldi, ma si tratta di 100 proprietari diversi, con idee e visioni diverse. Quindi agire con serietà, mantenendo una certa riservatezza e un atteggiamento corretto è la strada che stiamo seguendo e che voglio continuare a percorrere". 

Niente proclami, niete polemiche ma una soluzione per tutti

Quindi, in conclusione: "Niente giochi di annunci e niente disputa politica. Lavorerò a testa bassa per un accordo giusto nei tempi più rapidi possibile. E quando ci sarà da dire davvero qualcosa voi della stampa sarete i primi a saperlo. Ma fino ad allora preferirei non tornare sull'argomento, credo sia corretto non solo nei confronti dei proprietari ma anche dei cittadini di quel quartiere. In questo periodo sempre più proprietari stanno aderendo alla concertazione. C'è la voglia di chiudere, è chiaro, ma va portata avanti con senso di responsabilità. Io voglio stare in questo piano di discussione fermo restando che l’amministrazione è determinata a raggiungere l’obiettivo”


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento