menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Schiacciato dalla pressa, muore operaio 50enne dell'Acqua Vera

Michele Zoccarato è morto nel turno di notte nello stabilimento di San Giorgio in Bosco. Sequestrata la macchina per incellophanare i bancali. Si indaga per omicidio colposo

Un operaio di 50 anni, Michele Zoccarato di Limena, ha perso la vita questa mattina, poco dopo le 4, a seguito di un infortunio sul lavoro avvenuto all'interno dello stabilimento dell'Acqua Vera, gruppo Nestlè, di via Valsugana a San Giorgio in Bosco.

Sono stati i colleghi, intorno alle 5, a trovare Zoccarato già esanime accanto alla macchina che serve a incellophanare i bancali per la spedizione dell'acqua nei supermercati. L'uomo, secondo quanto appurato dalla prima ricostruzione fatta sul posto dai carabinieri della compagnia di Cittadella, lavorava nel reparto imbottigliamento dell'azienda quando è stato schiacciato dal pesante macchinario, ma nessuno si è accorto subito dell'incidente.

Sul posto è intervenuto nel giro di pochi minuti un equipaggio del Suem 118 ma per l'uomo non c'era più nulla da fare. Una indagine tecnica sulla dinamica dell'incidente e il rispetto delle norme anti infortunistica è in corso da parte dello Spisal di Padova. Il macchinario è stato posto sotto sequestro da parte della procura che ha aperto un fascicolo per omicidio colposo, per il momento senza inserimento di nomi nel registro delle persone sottoposte ad indagine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento