Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Il "miglior sommelier d'Italia" 2014 è un padovano: Ottavio Venditto

Vincitore dell'ultima edizione del premio, il 28enne lavora al ristorante La Tavernetta al lido di Venezia. Riporta il trofeo in Veneto dopo 34 anni. Un grande successo personale, nato da una passione divenuta professione

Ottavio Venditto insieme agli altri finalisti del premio (fonte foto: sito Ais)

Il 28enne padovano Ottavio Venditto, in servizio al ristorante La Tavernetta al lido di Venezia, è il vincitore dell'edizione 2014 del premio di "miglior sommelier d'Italia". Un titolo che fin dal 1967 viene assegnato ogni anno dall'Associazione italiana sommelier (Ais) e dal consorzio Franciacorta, per sostenere la qualità nella cultura enologica.

LA SFIDA. Lunedì a Milano si è svolta la sfida fra tre finalisti, selezionati fra 13 pretendenti, che si sono misurati in una serie di prove di abilità: descrizione organolettica del vino, riconoscimento della tipologia, abbinamenti con il cibo. Ma anche capacità di accogliere i clienti e di conversare in lingua straniera. Alla fine delle prove, Ottavio Venditto ha avuto la meglio, superando gli altri concorrenti e vincendo il titolo: ha battuto Valentina Merolli Porretta, 40 anni, fiorentina, e Luca Degl'Innocenti, 25 anni, di Arezzo.

SOGNANDO PARIGI. Antonio Maietta, presidente dell'Ais, ha espresso soddisfazione per l'opera dei sommelier nel mondo della ristorazione, che permette di mantenere alti standard qualitativi nella somministrazione dei vini e maggiore senso di responsabilità, senza tralasciare l'accoglienza. Grande soddisfazione anche nelle parole di Venditto, che ha ammesso di aver ottenuto un successo inaspettato. Ora sogna di fare un'esperienza all'estero, magari a Parigi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il "miglior sommelier d'Italia" 2014 è un padovano: Ottavio Venditto

PadovaOggi è in caricamento