Dagli appalti pilotati alle firme false, passando per le 'soffiate': tutti gli intrecci del 'sistema-Edeco'

Le indagini sulla cooperativa che gestisce l'hub di San Siro di Bagnoli stanno facendo luce sul suo 'modus operandi', con tanto di ispezioni a sorpresa annunciate per tempo

Alla scoperta del “sistema Edeco”: come riporta “Il Mattino di Padova”, grazie alle indagini della Procura di Padova e alle oltre 400 pagine di informativa raccolte dai carabinieri del nucleo investigativo di Padova sta emergendo il modus operandi della cooperativa che tuttora gestisce l'hub di San Siro di Bagnoli. E tra firme false, soffiate sulle ispezioni e gare di appalto pilotate ce n'è per tutti i gusti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le accuse

Sono sette gli indagati a vario titolo (tra cui il prefetto vicario Pasquale Aversa, già trasferito), e la lista dei reati è variegata: concorso in turbativa d'asta, concussione per induzione, falso ideologico, frode nelle forniture pubbliche, rivelazione di segreti d'ufficio e truffa. Un vero e proprio sistema collaudato e oliato, ma malato. E scoperto grazie alla confessione degli operatori della coop, a partire dalle centinaia di firme false apposte ogni mese sul registro dell'hub da fantomatici migranti così da ottenere più soldi. E come facevano con le ispezioni di Arpav e Ulss? Facile: una telefonata all'uomo chiave-Edeco Simone Borile e l'effetto sorpresa sparisce, così come i migranti e gli operatori in eccesso. Per non parlare delle condizioni dell'hub tra cibo scarso, servizi igienici tutt'altro che degni di tale nome ma soprattutto migranti sani mischiati ad altri con varicella, scabbia e altre malattie. “Dulcis in fundo”, gli appalti truccati: sarebbero due, per un totale di 2mila posti da gestire. Valore complessivo: venti milioni di euro. Racconti e cifre che hanno indignato il Governatore del Veneto, Luca Zaia, il quale ha chiesto a gran voce che i colpevoli vengano puniti. Per mettere la parola fine al sistema-Edeco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro auto moto lungo la Romea: i veicoli prendono fuoco, morto il centauro

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Live - Coronavirus, un nuovo decesso all'ospedale di Padova

  • Coronavirus, l'aggiornamento a Padova e in Veneto: positive anche due sorelline di 3 e 6 anni

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Frodi fiscali nelle importazioni di auto usate: sequestrati beni per 2 milioni

Torna su
PadovaOggi è in caricamento