rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca Monselice

Sindacalista rom aggredito e minacciato: prima gli imbrattano l'auto di vernice poi la molotov

Due gli episodi denunciati ai carabinieri da Sead Dobreva, delegato sindacale per Cgil

Sindacalista preso di mira dai vandali: prima gli hanno imbrattato l'auto con della vernice spray poi hanno lanciato una bottiglia molotov contro la vettura. La vittima è Sead Dobreva, delegato sindacale per Cgil, attivista per i diritti civili, anche dei Rom, operante nel settore della logistica per una cooperativa di Monselice.

VERNICE SULL'AUTO.

Il primo episodio risale a sabato quando il 35enne, originario del Kosovo, si è presentato alla caserma dei carabinieri di Rovigo per sporgere denuncia contro dopo aver trovato la sua auto danneggiata con della vernice mentre era posteggiata in via della Pace.

Schermata 2017-09-20 alle 16.14.23-2

MOLOTOV.

Il secondo episodio si riferisce invece a lunedì mattina, sempre in viale della Pace a Rovigo, quando il delegato sindacale ha trovato sulla sua auto una bottiglietta piena di benzina, scagliata con violenza con violenza contro il parabrezza andato quindi in frantumi. Non si tratta di episodi a sè, già il 16 luglio scorso Dovreba aveva subito un'aggressione nel suo domicilio, dove vive con la famiglia.

AIUTO PER LA MIA FAMIGLIA.

"Io non ho paura dei vigliacchi di questo gesto - ha scritto Dovreba sul suo profilo Facebook - Ho paura dello Stato perché storicamente chi in questo paese ha sempre lottato per le legalità e giustizia sociale ha sempre dovuto subire ma io non ho paura e non voglio l'appoggio dello Stato solo quanto succederà qualcosa a me ma vi devo dire la verità che tutto questo per me sta diventando molto pesante ogni qualvolta non poi fare niente che fare denuncia contro ignoti e subire il danno nel silenzio totale e questo per me è straziante mi vogliono intimidire e far paura affinché la faccio finita e subisca in silenzio ma vi assicuro che non sarà così però allo steso tempo devo pensare anche a quelli che mi stano vicini e ne sono consapevole di questo ed è per questo è per loro che chiedo l'aiuto dello Stato affinché non succede niente alla mia famiglia".

SOLIDARIETÀ.

Tanti i messaggi di solidarietà lasciati sul suo profilo Facebook: "Un gesto vile, un danno materiale non trascurabile contro un delegato sindacale. Già questo fa sorgere molti interrogativi, anche se alla prima impressione il giudizio si orienta facilmente su chi possa essere l'autore o gli autori di una simile miserabile impresa. Ma Sead Dobreva è anche un rom, che ha conquistato, con la sua dirittura e il coraggio sempre dimostrato, la fiducia degli altri lavoratori. E questo aggiunge altri interrogativi. Non resta che augurarsi che le indagini portino a identificare esecutori e ispiratori di un gesto intimidatorio o legato ad atteggiamenti razzisti".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindacalista rom aggredito e minacciato: prima gli imbrattano l'auto di vernice poi la molotov

PadovaOggi è in caricamento