menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lettera minatoria al sindaco di Polverara: "Non saranno questi delinquenti a fermarci"

Una missiva anonima contenente minacce è stata recapitata al primo cittadino del comune padovano Alice Bulgarello. Ferma condanna e piena solidarietà dall'Anci Veneto

Anci Veneto condanna con fermezza le minacce rivolte ad Alice Bulgarello, sindaco di Polverara, e dichiara solidarietà al primo cittadino, destinatario di un'anonima missiva intimidatoria.

MINACCE AL SINDACO. "Condanna totale per questo vergognoso atto di minaccia - dichiara la presidente di Anci Veneto Maria Rosa Pavanello - un amministratore che svolge i suoi doveri pubblici non deve essere vittima di alcun tipo di avvertimento minaccioso. Piena vicinanza, quindi, a questa donna primo cittadino, che ritengo un esempio di integrità, coraggio e rispetto verso il suo ruolo e i cittadini. Ritengo, infine, assolutamente allarmante e grave il susseguirsi, in questo ultimo periodo, di casi d’intimidazione nei confronti di sindaci che vengono minacciati solo perché adempiono correttamente al loro compito". 

LA VICENDA GIUDIZIARIA. La lettera recapitata al sindaco di Polverara, in una busta dell'Ulss, ha a che fare, a quanto pare, con la vicenda giudiziaria che vede gli ex primi cittadini del Comune, Olindo Bertipaglia e Sabrina Rampin, sotto accusa per opere che sarebbero state commissionate dalla precedente amministrazione e regolarmente pagate, ma mai portate a termine. "Le persone che non hanno il coraggio di firmarsi e che fanno gesti di questo tipo sono dei vigliacchi - ha dichiarato Bulgarello - e non saranno certo questi delinquenti a fermarci".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Il neo Presidente Masin: «Natura e turismo, così immagino il Parco Colli. Essere cacciatore non è in antitesi con questo ruolo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento