Cronaca San Carlo / Via Cardinale Callegari, 6

Minaccia il suicidio sul tetto dell'istituto Ruzza: diciassettenne braccato, studenti a casa

I carabinieri del Norm di Padova all'alba venerdì sono intervenuti all'Arcella per un controllo che ha scatenato la fuga di alcuni stranieri. Uno si è asserragliato su un tetto

La sede dell'istituto Magarotto in via Cardinal Callegari

Un 17enne tunisino irregolare venerdì mattina è rimasto asserragliato per ore sul resto dell'edificio che ospita il convitto Magarotto all'Arcella. A convincerlo a scendere, il negoziatore dei carabinieri.

Lunghi attimi di tensione

A innescare la sua fuga alle 5 del mattino è stato un controllo dei carabinieri del Norm nella zona San Carlo dove era stata segnalata una lite tra stranieri. Fra questi anche il giovane che per scappare ha inforcato la bicicletta e si è infilato nel perimetro dello stabile arrampicandosi fino al tetto. Attorno alle 6 il ragazzo si è fermato su una balaustra esterna, minacciando di lanciarsi di sotto se qualcuno lo avesse avvicinato. A farlo è stato il negoziatore dei carabinieri, figura specializzata che è riuscita a convincere il minore a intavolare una trattativa fino a farlo arrendere e scendere autonomamente solo dopo le 9. Preso in consegna dai militari, è stato trasferito in caserma per l'identificazione. Tunisino irregolare, sarà affidato al carcere minorile di Treviso. Nello stabile ci sarebbero stati solo pochi giovani ospiti del convitto, rimasti totalmente separati dal trambusto. Tutti gli altri, una volta arrivati davanti al plesso, sono invece stati rimandati a casa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia il suicidio sul tetto dell'istituto Ruzza: diciassettenne braccato, studenti a casa

PadovaOggi è in caricamento