Cronaca

Energie rinnovabili: ministro del Somaliland ricerca finanziatori a Padova

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

In questi giorni è in visita in Italia il Ministro dell’energia della Repubblica del Somalilad Hussein Abdi Dualeh alla ricerca di supporto e collaborazione per nuovi investimenti sulle energie rinnovabili. Dopo l’incontro a Montecitorio con il referente della cooperazione internazionale e un paio di visite con possibili finanziatori a Milano, il ministro ha visitato il parco eolico di AGSM ad Affi (VR) e oggi ha incontrato il Prof. Carlo Pellegrino - Direttore del Dipartimento Ingegneria Civile Edile e Ambientale dell’Università di Padova. Al temine di questo incontro ha tenuto un seminario intitolato “Energia, sviluppo e questioni ambientali nei paesi subsahariani: il caso del Somaliland” dove è stato presentato il progetto di un impianto eolico. Il progetto dell’impianto eolico è stato curato dal raggruppamento di imprese composto dalle padovane Agenda 21 consulting srl e Etimos Foundation e dalla milanese Think Global srl. L’impianto si compone di 13 aereogeneatori che sviluppano una potenza di 26 MW potendo così soddisfare le esigenze energetiche di oltre 20.000 famiglie.

L’impianto è stato progettato per essere realizzato ad Harghisa, capitale della Repubblica del Somaliland, che ha circa 1Milione di abitanti. Attualmente l'energia elettrica è prodotta da alcuni soggetti locali, con l’utilizzo di generatori funzionati a gasolio obsoleti che hanno bassi rendimenti e altamente impattanti dal punto di vista ambientale. Il prezzo di vendita attuale dell’energia elettrica per l'utente finale, è di circa 1 $ per kWh pari a cinque volte il costo dell’energia in Italia.

Al termine della lezione sono state poste le basi per scrittura di un protocollo d’intesa fra l’Ateneo patavino e quello di Hargheisa.

Nel pomeriggio di oggi incontro in Regione con il Dipartimento Relazioni Internazionali per allargare le possibilità di sviluppo anche per le imprese locali.

Padova, la sua Università e le sue imprese vogliono dimostrare ora più che mai che il mondo non si ferma di fronte alla paura ma che la strada del confronto, della cooperazione e dello sviluppo è l'unica possibile per vivere in pace.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Energie rinnovabili: ministro del Somaliland ricerca finanziatori a Padova

PadovaOggi è in caricamento