menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dodicenne palpeggiata da uno sconosciuto: la denuncia su Facebook della sorella

L'episodio è accaduto mercoledì sera a Piove di Sacco: una mamma con le tre figlie è stata bloccata mentre era in biciletta, un giovane avrebbe toccato la più piccola

Un post su Facebook ha fatto emergere una storia di molestie su minore che si è consumata mercoledì sera a Piove di Sacco. Una mamma era a spasso in biciletta con le tre figlie, quando la più piccola sarebbe stata palpeggiata da un nord africano che le si è avvicianto.

DENUNCIA SU FACEBOOK. Sul gruppo “Sei di Arzergrande”, prima che il post venisse rimosso, si leggeva la denuncia di una 20enne del posto: “Questa sera (mercoledì, nda) sono uscita con mia madre e le due mie sorelle minori per un giro in bici nel piovese. In prossimità della stazione, mia sorella di 12 anni, avanti pochi metri da noi, viene fermata da un ragazzo di origini nord africane in bici che avrà avuto un’età massima di 26 anni. La raggiungiamo in pochi secondi e il ragazzo ci chiede informazioni sulla locazione della moschea più vicina, in un blando italiano. Mia madre prontamente risponde. Lui ringrazia e fa per andarsene. Mia sorella minore resta indietro a chiudere la coda. La sento chiamarmi. Mi giro e vedo l’uomo che si gira e se ne va. L’aveva appena presa con la mano nei fianchi, cercando di infilarle un dito dietro. Ho la nausea , mi son sentita impotente a vedere mia sorella poco più che bambina non capire nemmeno cosa stava succedendo”.

I PRECEDENTI. La cosa è stata subito denunciata ai carabinieri. La madre ha raccontato tutto agli uomini dell’Arma che stanno procedendo d’ufficio per dare un nome e chiarire la dinamica di quanto accaduto. La donna era in via Vittorio Veneto e oltre alla 12 enne e alla 20enne c’era anche la sorella di 15 anni. L’episodio sarebbe successo attorno alle 22 e l’uomo avrebbe palpeggiato i glutei della più piccola prima di andarsene. Il caso non è isolato. Già lo scorso marzo, nei pressi dell’ex caserma militare di Bagnoli diventato hub per migranti era stato arrestato un nigeriano di 26anni accusato di aver stuprato il 9 febbraio una 40enne mentre faceva jogging. E a Villanova di Camposampiero, il sindaco a fine giugno ha allontanato un migrante dalla casa di accoglienza perché più volte sorpreso a mostrare i genitali a ignare donne che passavano davanti a lui.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento