Molino Rossetto a Cibus, tra nuovi prodotti e solidarietà

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Molino Rossetto torna al Cibus di Parma, punto di riferimento dell'universo dell'agroalimentare e delle sue ultime tendenze, con uno spazio espositivo di 54 mq completamente rinnovato.
L'azienda padovana, tra i big player nelle farine e preparati funzionali, arriva alla kermesse dell'agroalimentare di qualità con nuovi prodotti all'insegna del bio e del senza glutine. Nello spazio espositivo, inoltre, anteprima della mostra fotografica itinerante "Il Chicco del Buen Vivir", nata per valorizzare la collaborazione dell'azienda con Oxfam Italia e la recente iniziativa di solidarietà a favore dei terremotati dell'Ecuador.

In vetrina i nuovi prodotti a catalogo, che confermano la volontà dell'azienda di rispondere in maniera sempre più puntuale alle richieste di diversi target dei consumatori, con grande attenzione soprattutto verso il mondo del biologico e del senza glutine.

Cibus sarà infatti l'occasione per presentare il nuovo lievito madre nella versione bio, che si affianca al lievito integrale lanciato con successo in gdo lo scorso settembre e agli altri della gamma, le nuove farine macinate a pietra - integrale di grano tenero, integrale di grano duro cappelli, tipo 1 e tipo 2 - che diventano anch'esse bio, e il nuovo Preparato per Focaccia con Grano Saraceno senza glutine, che completa una linea ormai davvero ricca, composta da oltre 30 referenze tra farine, preparati, lieviti e altri prodotti come i grani in chicchi (chicchi di quinoa, chicchi di grano, chicchi di miglio), la colla edibile, l'agar agar e il granulare di soia biologico.

Lo sviluppo di nuovi prodotti è andato di pari passo con un preciso orientamento ai temi della sostenibilità ambientale: vedi il ricorso alle energie rinnovabili per soddisfare il proprio fabbisogno energetico, l'impegno di utilizzare entro fine 2016 per tutti i packaging Molino Rossetto carta FSC e PEFC, ovvero proveniente da foreste gestite in maniera responsabile, l'obiettivo di utilizzare per tutti gli imballaggi secondari carta riciclata e l'invito ai fornitori di produrre una puntuale autovalutazione delle proprie performance, come ha fatto l'azienda con il questionario Oxfam Italia, al fine di determinare la sostenibilità della catena produttiva.

Ma l'impegno dell'azienda si traduce anche in iniziative concrete in campo sociale: dopo l'esperienza dell'ad Chiara Rossetto in Ecuador per incontrare le donne che coltivano quinoa e amaranto, resa possibile grazie alla collaborazione con Oxfam Italia, l'azienda ha voluto dare un forte segnale al Paese sudamericano recentemente colpito da un terremoto che ha causato oltre 650 morti e quasi 30mila feriti attraverso una donazione di 25mila kit per il trattamento dell'acqua che assicureranno acqua potabile per un mese a oltre 4mila persone e ad azioni di sensibilizzazione verso il consumatore finale sul tema.

Nel corso della quattro giorni fieristica, presso lo spazio espositivo saranno infatti esposti alcuni scatti del viaggio di Chiara Rossetto in Ecuador, accompagnati dalla distribuzione di postcards che riportano le coordinate per effettuare delle donazioni. Una mostra fotografica itinerante che seguirà l'azienda nelle varie manifestazioni a cui parteciperà nel corso dell'anno: da Sana di Bologna al Salone del Gusto di Torino fino a Sial di Parigi, per approdare infine anche a Padova, negli spazi del Cortile Pensile di palazzo Moroni, sede del Comune.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento