Monitoraggio a distanza dei dispositivi cardiaci impiantabili

Grazie al sistema Carelink, controlli gratuiti per i portatori di pacemaker e defibrillatori impiantabili nella farmacia Favaro di Carmignano del Brenta e la farmacia Marchetti di Villafranca Padovana

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Due giornate per controllare il cuore: il 14 e 15 dicembre, presso la Farmacia Favaro di Carmignano del Brenta e Farmacia Marchetti di Villafranca Padovana, il progetto Carelink in Regione Veneto, un'iniziativa nata con il patrocinio della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani e resa possibile grazie al sistema di telemonitoraggio Carelink dell'azienda statunitense leader del settore biomedicale Medtronic. Nel corso delle due giornate, i pazienti con dispositivi cardiaci impiantabili potranno effettuare gratuitamente il controllo del proprio dispositivo (pacemaker e defibrillatore), in modo rapido ed efficiente. Dopo soli due giorni sarà possibile ritirare il referto del controllo presso la farmacia di riferimento.

Partito a ottobre, Carelink in Regione Veneto è un progetto pilota unico in Europa, che proseguirà per 12 mesi grazie alla collaborazione con il Reparto di Cardiologia dell' Ospedale di Camposampiero (PD), a cui saranno inviati i dati di ciascun monitoraggio, successivamente elaborati e rinviati alle due farmacie coinvolte nel progetto.

Dopo le giornate di presentazione, il servizio sarà offerto al pubblico come prestazione ospedaliera in libera professione, al costo di 40 euro. Il pagamento potrà essere effettuato presso il CUP dell'Ospedale di Camposampiero o i Distretti Socio Sanitari di zona, oppure tramite vaglia postale, conto corrente postale o bonifico bancario.

"I vantaggi del servizio di telemonitoraggio dei dispositivi cardiaci impiantabili in farmacia sono notevoli, considerando che il pubblico interessato è costituito soprattutto da persone anziane: - dichiara il dottor Silvio Marchetti, titolare della Farmacia Marchetti - l'utente esegue il controllo in 5 minuti, senza dover fissare un appuntamento e può gestire il dispositivo in modo più personalizzato e puntuale."

Il paziente esegue in questo modo tutti i controlli che desidera per qualunque ragione, oltre a quelli già programmati dall'Ospedale. In particolare, questo progetto può essere molto utile per tutti i dispositivi Medtronic che non sono ancora controllati con un sistema di controllo remoto dal proprio domicilio.

"Riteniamo che il servizio di telemonitoraggio si riveli utile nell'ottica di attivare nuovi servizi agli utenti nella farmacia, rendendo così più agevole l'accesso alla cura e alla prevenzione da parte dei pazienti e fornendo così una rete di protezione a salvaguardia di una popolazione sempre più anziana." - dichiarano le dottoresse Franca e Giuliana Favaro, titolari della farmacia Favaro.

"Questo progetto pilota è particolarmente significativo perché interessa pazienti in uno stato di notevole fragilità, che richiedono un follow-up sofisticato, ma anche perché riguarda località in cui gli spostamenti sono poco agevoli, che rappresentano quindi una parte significativa del territorio nazionale" dice Andrea Mandelli, Presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani. "Questo è un quadro in cui l'opera del farmacista e della farmacia di comunità è fondamentale per migliorare l'accesso del paziente alle prestazioni di cui ha bisogno, esattamente come previsto dalla Legge sulla farmacia dei servizi, che la Federazione ha promosso e sostenuto e di cui ora esperienze come questa costituiscono una prova sul campo".

Torna su
PadovaOggi è in caricamento