rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca

Monselice, la USL 6 conferma la presenza di sostanze tossiche nell'ambiente

L'ambientalista Miazzi, candidato di Liberi e Uguali: "non è il momento delle scuse ma quello di atti concreti"

Francesco Miazzi, l'ambientalista di Monselice candidato nelle liste di Liberi e Uguali, ha commentato le notizie riportate dai quotidiani padovani sulla vicenda delle analisi sulla gallina che "viveva libera in un oliveto del monte Ricco, collocato all'interno del Parco Regionale dei Colli Euganei e che,  anche grazie a quanto stabilito dal dipartimento di prevenzione della USSL 6, evidenzia che sono state rilevate diossine e furani nella matrice animale superiori alla soglia di azione e ritiene quindi necessario, di intraprendere ulteriori azioni di approfondimento al fine di ridurre la presenza di questi inquinanti particolarmente pericolosi nell'ambiente". 

Niente scuse ma azioni concrete

Raggiunto al telefono Miazzi conferma quanto lui e i comitati per la salvaguardia della salute sostengono da tempo: "a sindaco e all'assessore all'ambiente di Monselice lo dobbiamo dire che non siamo noi gli allarmisti,  e che non siamo neppure degli sprovveduti. Siamo cittadini preoccupati dell'inquinamento prodotto e del rischio collegato ad un cementificio che utilizza rifiuti nel processo produttivo e che chiede di bruciare CSS in nome del profitto". Quando gli chiediamo se c'è qualche motivo di rivalsa nei confronti di chi, come il sindaco Lunghi, ha criticato aspramente l'iniziativa dei comitati di far analizzare il pollo, risponde sereno: "Non ci interessano le scuse per le accuse che in questi mesi ci sono state rivolte, ma esigiamo atti concreti che affrontino questa situazione molto pericolosa per la salute di tutti".

C_3p433K-2

La salute

"Da una prima analisi - prosegue Miazzi - L'ARPAV corregge l'errore nelle unità di misura del PCB contenuto nel primo rapporto, come avevamo evidenziato con la nostra relazione commissionata allo studio IDEA: i valori corretti di PCB totali rilevati alla scuola Cini sono più del doppio della soglia di attenzione indicata dalle linee guida (8,3 microg/kg, rispetto al valore di attenzione di 4), pur restando sotto il limite di contaminazione Dlgs 152 di 60 microg/kg). Il superamento della soglia di attenzione per il PCB è quindi dello stesso ordine di grandezza delle misure di diossine (si erano misurate concentrazioni di di 2,54 ng/kG TE rispetto alla soglia di attenzione di 1,1)".

La consapevolezza di chi vive nella bassa padovana

Facciamo notare al candidato che certi argomenti sono molto tecnici e non è sempre facile comprendere, per i cittadini, risponde quasi divertito: "la gente della bassa, non solo di Monselice, li conosce eccome questi argomenti. Per questo, negli anni ci si è mobilitati in tantissimi. Sono tutti preoccupati di questa situazione che invece di migliorare peggiora. E' il momento di atti di discontinuità che portino a una soluzione definitiva di questa grave situazione per la salute dei cittadini". 


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monselice, la USL 6 conferma la presenza di sostanze tossiche nell'ambiente

PadovaOggi è in caricamento