Morta dopo aver rifiutato la chemio: ricorso respinto il Cassazione, parte il processo ai genitori di Eleonora Bottaro

I genitori avevano scelto di curarla solo con vitamine, rinunciando alle cure consigliate, come prevede il metodo Hamer, al quale i genitori avevano aderito

E' stato respinto, dalla Corte di Cassazione, il ricorso di Lino e Rita Bottaro, i genitori di Eleonora, la ragazza di Bagnoli di Sopra che il 24 agosto del 2016, poco dopo aver compiuto 18 anni, morì per una leucemia. I genitori avevano scelto di curarla solo con vitamine, rinunciando alle cure consigliate, come prevede il metodo Hamer, al quale i genitori avevano aderito. 

Omicidio colposo

L'avvocato Raffaella Giacomin, che difende la coppia accusata di omicidio colposo aggravato dalla previsione dell'evento, aveva fatto ricorso alla Suprema Corte per opporsi alla decisione con cui la Corte d'Appello aveva annullato la decisione del primo Gup, che aveva scagionato i genitori. Stando ai rilievi dell'avvocato i giudici di secondo grado sarebbero entrati illegittimamente nel merito motivando la decisione di annullare la decisione del Gup Mariella Fino.

Cassazione

Tuttavia la Corte di Cassazione ha rigettato l'istanza. Il processo in primo grado davanti al giudice monocratico prenderà il via quindi, come previsto, il 7 febbraio prossimo. Il Gup Mariella Fino, che scagionò la famiglia, motivò la sua decisione dicendo che Eleonora era una "giovane adulta" in grado di decidere per suo conto senza farsi influenzare dalle convinzioni dei genitori. Al contrario il procuratore aggiunto Valeria Sanzari, che sostiene la pubblica accusa e che fece ricorso in Appello, ritiene che i genitori abbiano una responsabilità nella decisione della figlia di non sottoporsi alle cure tradizionali per guarire dal tumore. Secondo i medici che ebbero in cura Eleonora, la ragazza avrebbe avuto altissime possibilità di salvarsi se si fosse sottoposta alla chemioterapia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue sulle strade padovane: frontale auto-furgone, un morto e due feriti

  • Luca Zaia attacca Poiana: «Non si può andare in tv a sputtanare il Presidente della Regione, ditelo a Pennacchi»

  • Clio all'ombra del Santo: apre a Padova il temporary store della celebre make-up artist

  • Tragedia lungo l'autostrada: padovano schiacciato sotto il suo camion

  • 30 secondi di pura magia: il video spot del Natale a Padova

  • Un corpo riaffiora dal canale. Il deambulatore abbandonato prima della tragedia

Torna su
PadovaOggi è in caricamento