menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Annega a Jesolo subito dopo essersi buttato in mare: il malcapitato è un 50enne padovano

Tragedia nel pomeriggio di domenica lungo il litorale veneziano, l'uomo è sparito dopo aver fatto il bagno: il cadavere ritrovato verso le 16.45 dopo il maltempo

Era andato a Jesolo al mare con gli amici. Lo hanno trovato morto a pochi metri dal bagnasciuga all'altezza della torretta 17, poco distante da piazza Drago. Il fatto è accaduto verso le 16. La vittima è Grigore Ciorbu cinquantenne di nazionalità moldava che risiedeva a Padova in zona Arcella insieme alla figlia. L'uomo aveva raggiunto la spiaggia in compagnia di tre connazionali proveniente dalla città del Santo per trascorrere una domenica insieme.

Il maltempo

Tutto è successo poco prima che iniziasse a piovere. Secondo le prime testimonianze il gruppetto era al mare e rientrati in tutta fretta, nella confusione generale (per la pioggia e il temporale, c’è stato un fuggi fuggi generale dei turisti), al momento non si erano accorti che mancava l’amico. Sono così ritornati sulla spiaggia e hanno iniziato a cercarlo. Allertati anche gli addetti al salvataggio di quella zona, di competenza di Jesolo Turismo Spa. Il corpo senza vita dell'uomo, che mancava all'appello, è stato ritrovato verso le 16.45 a circa 15 metri dalla battigia. Trascinato a riva non è rimasto che constatarne il decesso. Considerato che il mare, nonostante il brutto tempo, non era mosso, non è escluso che la morte sia da ricondurre ad un malore, ma tutte le verifiche del caso sono in corso. Sul posto la guardia costiera.

Da VeneziaToday

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento