Dramma della solitudine: ex docente universitario muore in casa, la macabra scoperta a distanza di giorni

Il cadavere del settantenne Mario Bordin era già in avanzato stato di decomposizione: i vicini di casa si erano insospettiti per la mancanza di rumore nonostante le tapparelle alzate

Il silenzio, i dubbi, l'allarme. E la macabra scoperta: il cadavere di Mario Bordin, ex professore universitario 70enne, è stato trovato in avanzato stato di decomposizione nella sua abitazione.

La macabra scoperta

È successo in via Bottazzo, a Padova nel quartiere Santa Rita: a scoprire il corpo sono stati i vigili del fuoco, chiamati dall'amministratore comunale allertato a sua volta dai vicini di casa, che da quasi una settimana non lo vedevano nonostante le imposte della sua abitazione fossero aperte. Mario Bordin era riverso a terra a pochi metri dalla porta di ingresso dell'appartamento, e i rilievi del medico legale hanno subito fatto risalire la morte a circa cinque giorni prima. A stroncare l'ex ricercatore e docente universitario di Ingegneria, che viveva in solitudine e non aveva grandi rapporti coi familiari, sarebbe stato un malore: precursore dei tempi a fine anni Settanta, quando aveva stupito colleghi e luminari con un rivoluzionario studio sulle auto elettriche, negli ultimi anni aveva patito particolari problemi di salute.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dalle acque gelide affiora un corpo di uomo: i passanti notano la salma lungo la riva

  • Rotogal brucia: inferno di fuoco all'alba. Il sindaco: «State in casa», Arpav monitora l'aria

  • Centrato in pieno da un'auto mentre attraversa a piedi l'autostrada: morte sulla A4

  • Live maltempo: a Padova e provincia black out e rami caduti, Venezia in ginocchio

  • Cadavere nel parcheggio: fu arrestato per le spaccate, stroncato dalla droga

  • "Situazione meteo in peggioramento, allerta arancione per Bacchiglione e Brenta”: l’aggiornamento

Torna su
PadovaOggi è in caricamento