menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dramma della solitudine: ex docente universitario muore in casa, la macabra scoperta a distanza di giorni

Il cadavere del settantenne Mario Bordin era già in avanzato stato di decomposizione: i vicini di casa si erano insospettiti per la mancanza di rumore nonostante le tapparelle alzate

Il silenzio, i dubbi, l'allarme. E la macabra scoperta: il cadavere di Mario Bordin, ex professore universitario 70enne, è stato trovato in avanzato stato di decomposizione nella sua abitazione.

La macabra scoperta

È successo in via Bottazzo, a Padova nel quartiere Santa Rita: a scoprire il corpo sono stati i vigili del fuoco, chiamati dall'amministratore comunale allertato a sua volta dai vicini di casa, che da quasi una settimana non lo vedevano nonostante le imposte della sua abitazione fossero aperte. Mario Bordin era riverso a terra a pochi metri dalla porta di ingresso dell'appartamento, e i rilievi del medico legale hanno subito fatto risalire la morte a circa cinque giorni prima. A stroncare l'ex ricercatore e docente universitario di Ingegneria, che viveva in solitudine e non aveva grandi rapporti coi familiari, sarebbe stato un malore: precursore dei tempi a fine anni Settanta, quando aveva stupito colleghi e luminari con un rivoluzionario studio sulle auto elettriche, negli ultimi anni aveva patito particolari problemi di salute.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento