Tragedia sul Sass de Stria: muore ingegnere informatico padovano di 43 anni

L'uomo è caduto mentre era in passeggiata non ha preso la ferrata ma ha deviato, cadendo per una quindicina di metri in un burrone. Inutili tutti i tentativi di salvarlo

Alle 13.20 circa l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è volato sul Sass de Stria in provincia di Bellino per una persona precipitata durante la discesa. Anziché utilizzare la scala di ferro come i compagni di escursione, Fabio Canaletti, 43 anni di Padova, aveva infatti preso una traccia alternativa, quando all'improvviso è scivolato, precipitando una quindicina di metri fino alla base della parete, dove parte la scala. Arrivata sul posto, l'eliambulanza ha sbarcato con un verricello tecnico di elisoccorso ed equipe medica, che purtroppo ha solamente potuto constatare il decesso dell'uomo dovuto ai traumi riportati. Ricomposta, la salma è stata imbarellata e recuperata con un verricello di 20 metri. Sul posto anche personale del Sagf (Soccorso alpino della guardia di finanza) e delle forze dell'ordine, cui la barella è stata affidata al Passo Valparola.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ingegnere padovano

Canaletti lascia la moglie e due fuglie piccole. L'uomo era residente a Rubano ma da qualche tempo era tornato a vivere in zona Montà. Sconvolti i parenti che nel pomeriggio hanno appreso la notizia. I carabinieri hanno avuto il triste compito di avvisare la famiglia. L'uomo aveva frequentato il liceo Scientifico Nievo e si era laureato in Ingegneria Informatica all'Ateneo Patavino. Consulente informatico era assunto alla Teorema. In tanti assicurano che era un escursionista esperto e anche le forze dell'ordine che hanno eseguito i rilievi hanno assicurato che il gruppo era attrezzato per questo tipo di tracciato e che il punto dove è avvenuta la disgrazia non era particolarmente insidioso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live - In serata morto un 47enne. Ripartenza, tornano i pranzi sui colli

  • Gravissimo incidente nella serata: un decesso e due persone ferite nello schianto

  • Coronavirus, Zaia: «Dal primo giugno non ci sarà più l'obbligo della mascherina all'aperto»

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Tremendo schianto in serata lungo la Pelosa: morti due padovani, un ferito grave

  • Zaia: «Dal primo giugno via la mascherina. Si indossa solo quando serve»

Torna su
PadovaOggi è in caricamento