rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Cronaca Cittadella

Portato via da un male incurabile: si è spento a 45 anni Marco Tognon

Nato a Sandrigo, nel Vicentino, insegnava spagnolo all'istituto tecnico Girardi: lascia la compagna Elisa, che aveva conosciuto sui banchi di scuola, le figlie Isabella di 10 anni e Angelica di 6 anni e i genitori Maria Adele e Giuseppe

Un addio doloroso, tanto per i suoi familiari quanto per i suoi amati studenti: si è spento nella sua casa di Cittadella il 45enne Marco Tognon, professore di spagnolo all'istituto tecnico Girardi.

Marco Tognon

Nato a Sandrigo, nel Vicentino, Marco Tognon - come riporta "Il Gazzettino" - viveva con la compagna Elisa Sgarbossa, che aveva conosciuto sui banchi di scuola al liceo linguistico Brocchi di Bassano del Grappa e da cui aveva avuto due bimbe, Isabella di 10 anni e Angelica di 6 anni. A piangerne la morte anche il padre Giuseppe e la madre Maria Adele: Marco Tognon insegnava ormai da anni al Girardi, dove era molto apprezzato per la passione con cui trasmetteva agli alunni le sue conoscenze, e in passato aveva insegnato anche alla scuola media di Rosà e al liceo Pigafetta di Vicenza. A spegnerlo un male incurabile, di cui aveva parlato con pochissime persone. I funerali si terranno domani, venerdì 31 marzo, alle ore 15.30 nel Duomo di Cittadella, preceduti oggi, giovedì 30 marzo, dalla preghiera di suffragio sempre in Duomo. Sono state donate le cornee e i bulbi oculari di Marco Tognon, mentre la famiglia invita a presentare eventuali offerte alla Città della Speranza.

Il cordoglio

Questo il messaggio di cordoglio apparso sul sito dell'istituto Girardi di Cittadella: "Marco Alfonso Tognon, professore di Spagnolo della 1CA, della 4AT, della 3AR, della 3BR, della 4AR e della 5AR, stimato collega e amico questa notte ci ha lasciato dopo una lunga malattia. Dopo aver viaggiato e lavorato in giro per il mondo, qualche anno fa si è stabilito tra noi, portando la sua professionalità e la sua passione tra gli studenti ed i colleghi, con i quali è riuscito a creare un legame forte. E’ stato molto più di un collega, capace di dedicare tempo e fantasia agli studenti ed alle attività condivise. Ad un certo punto ha incrociato un male incurabile, contro il quale ha lottato con dignità fin da subito, condividendo la sofferenza e la speranza con le persone che lo hanno stimato e sostenuto. Si è spesso dovuto assentare per concentrarsi in questa sua battaglia, ed ogni volta che tornava in servizio era un gioia per noi tutti, perchè sapevamo quanto contasse per lui esserci. Non abbiamo fatto in tempo a salutarlo, perché abbiamo sperato, come già accaduto, che ci saremo rivisti presto. Lascia un vuoto incolmabile ma anche una grande eredità: la sua bontà, la sua discrezione, la sua ironia, l’amore per la cultura, per la scuola, per i ragazzi saranno sempre un punto fermo per tutti noi, alunni e docenti. La sua luce ci guiderà con dolcezza e con discrezione, come discreta, ma solida e forte, è stata la sua presenza. Marco ha vissuto a testa alta il tempo della sua “Passione” e siamo certi che ora sia giunto per lui il momento della Pasqua. Ci stringiamo alla sua famiglia, alla moglie Elisa, alle figlie Isabella e Angelica e ai suoi genitori, esprimendo la nostra vicinanza e il nostro infinito affetto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Portato via da un male incurabile: si è spento a 45 anni Marco Tognon

PadovaOggi è in caricamento