Covid: morto a 92 anni monsignor Oscar Rizzato, era stato elemosiniere di Giovanni Paolo II

Originario di Arsego di San Giorgio delle Peritiche, dove verrà seppellito, dal 1961 era stato trasferito a Roma alla Santa Sede. Dal 2007 era Elemosiniere Pontificio Emerico

Era stato ricoverato in ospedale a Padova dopo le complicazioni dovute al Covid monsignor Oscar Rizzato, elemosiniere di due papi, deceduto la notte tra martedì e mercoledì. Negli ultimi giorni le sue condizioni di salute si erano aggravate.

Al servizio di 2 papi

Originario di Arsego di San Giorgio delle Pertiche, 92 anni, dal 1961 si era trasferito a Roma al servizio della Santa Sede. Nominato nel 1989 da papa Giovanni Paolo II Arcivescovo ed Elemosiniere, era diventato, per raggiunti limiti di età, Elemosiniere Pontificio Emerito dal 2007 con Benedetto XVI. Nel 1988 aveva ricevuto anche l’onorificenza di Grande Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica. Il funerale, presieduto dal vescovo Claudio Cipolla, sarà sabato ad Arsego.

Gli studi

Compiuti gli studi classici di formazione al sacerdozio nel seminario locale e ordinato presbitero il 4 luglio 1954 dal vescovo Girolamo Bartolomeo Bortignon, don Oscar era stato vicerettore e insegnante nel seminario minore per il ginnasio. Dal 1957 al 1961 aveva frequentato la facoltà di Lettere e filosofia presso l’Università degli studi di Padova, conseguendo la laurea in Archeologia cristiana. Contemporaneamente aveva prestato servizio religioso e insegnato religione all’Istituto Configliachi.

Ordine di sant'Agostino

Il 28 luglio 2007, Benedetto XVI aveva accolto la sua rinuncia per raggiunti limiti d’età all’incarico di elemosiniere, chiamando a succedergli il nunzio apostolico spagnolo Félix del Blanco Prieto. Monsignor Rizzato aveva comunque continuato a risiedere in Vaticano e a collaborare come assistente spirituale del Vicariato e con la parrocchia agostiniana di Sant’Anna, presiedendo celebrazioni liturgiche e amministrando i sacramenti, in particolare le cresime. E nel 2015 aveva chiesto e ottenuto l’affiliazione nell’ordine di sant’Agostino. (Nella foto in basso monsignor Rizzato con Daniele Canella, sindaco di San Giorgio delle Pertiche, il giorno della cresima).

Monsignore Canella-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Manifestazione #IoApro: l'elenco di bar e i ristoranti che aderiscono all'iniziativa

  • Andrea Pennacchi: «So taca na machina, ma respiro. Grazie a tutti i medici, sono in buonissime mani»

  • La pasticceria Le Sablon fa servizio al tavolo per #ioapro: prese le generalità a clienti e titolare

  • Famiglia si sbronza per "dimenticare" il parente morto: 17enne sviene, i genitori sfondano la porta del pronto soccorso per farlo curare

  • Solesino: primo comune italiano a dotarsi di un'Alfa Romeo Stelvio per la polizia locale

  • Fermati dalla polizia mentre acquistano cocaina. L'amara sorpresa, sono due agenti

Torna su
PadovaOggi è in caricamento