rotate-mobile
Cronaca Cittadella

Gli amici, il patronato, il lavoro: chi era Paola Zonta, la ventenne morta nell'incidente nell'Alta

Paola, molto conosciuta soprattutto per il suo impegno nella parrocchia di Santa Maria a Cittadella, dove seguiva i ragazzi del catechismo facendo però anche l'animatrice all'amato Grest estivo, stava raggiungendo le sue amiche in un locale

Doveva essere un tardo pomeriggio spensierato, di quelli che lei amava trascorrere con le sue amiche. Al locale in cui dovevano incontrarsi, però, non ci è mai arrivata: la morte di Paola Zonta, ventenne di Cittadella deceduta ieri, venerdì 29 aprile, in un incidente stradale a Villa del Conte, ha fatto piombare nella tristezza un'intera comunità.

Paola

Perché Paola, nell'Alta Padovana, era molto conosciuta soprattutto per il suo impegno nella parrocchia di Santa Maria a Cittadella, dove seguiva i ragazzi del catechismo facendo però anche l'animatrice all'amato Grest estivo, appuntamento che non perdeva per niente al mondo. Nonostante il lavoro: dopo gli studi prima all'istituto Florence Nightingale di Castelfranco Veneto e quindi alla scuola di formazione professionale Lepido Rocco (sempre a Castelfranco), infatti, la giovane - che aveva compiuto vent'anni la scorsa settimana - era un'impiegata addetta al front office alla Intercom, società con sede proprio a Cittadella che si occupa di servizi informatici per le aziende. Stando a quanto riferito dalla polizia locale della Federazione dei Comuni del Camposampierese il navigatore sulla Fiat Punto di Paola Zonta era impostato con le coordinate del locale che la ventenne stava raggiungendo per incontrarsi con le amiche. Paola lascia il padre Giorgio e la madre Antonia - accorsi sul luogo dell'incidente - oltre alla sorella primogenita Elena e al fratello Gabriele.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli amici, il patronato, il lavoro: chi era Paola Zonta, la ventenne morta nell'incidente nell'Alta

PadovaOggi è in caricamento