Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

Due salme sono state ritrovate nel primo pomeriggio di venerdì dalla polizia locale allertata dai parenti. Si tratta di due fratelli settantenni. Ignote le cause del decesso

Notizia in aggiornamento

Sono morti vicini, come vicini erano stati negli ultimi trent'anni. Riversi nel loro appartamento di riviera Paleocapa, li hanno trovato alle 15 di venerdì dopo che i parenti da alcuni giorni non riuscivano a mettersi in contatto con loro.

Le vittime

G.G., 77 anni, e il fratello G.G. di 71 sono le vittime di una tragedia che ha ancora molti punti da chiarire. Sui corpi, trovati uno steso sul letto e l'altro sul pavimento, non vi sarebbero apparenti segni di violenza. Considerato anche il loro precario stato di salute si sarebbe portati a propendere per una morte naturale, ma ogni pista resta al momento aperta. Il pubblico ministero di turno ha richiesto che le salme siano messe a disposizione dell'autorità giudiziaria per chiarire con esattezza epoca e causa della morte.

I rilievi

Il ritrovamento è avvenuto grazie all'intervento della polizia locale e dei vigili del fuoco, allertati dai parenti dei due fratelli che vivono in Alto Adige. Da alcuni giorni i loro frequenti contatti si erano interrotti tanto che i familiari hanno chiesto una verifica, conclusasi nel peggiore dei modi. Dietro la porta chiusa giacevano le due salme, oggetto dei rilievi della polizia scientifica andati avanti fino a sera inoltrata. In casa non vi sarebbero segni di effrazione né di presenze estranee, come pure alcun segno di morte violenta presenterebbero i corpi. I decessi, che potrebbero non risalire allo stesso momento, potrebbero essere avvenuti diversi giorni fa. L'appartamento, al secondo piano rialzato del civico 18 di riviera Paleocapa, è tutt'ora sotto sequestro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live: il primo morto in Italia di Coronavirus è un padovano, Adriano Trevisan di 77 anni

  • Coronavirus: primi due casi sospetti nel Padovano, l’ospedale di Schiavonia verrà svuotato

  • «Bisogna mozzargli mani e piedi»: minacce via Facebook al sindaco di Cadoneghe

  • Infarto durante l'ora di lezione a scuola: grave una studentessa di 14 anni

  • Si getta sui binari alla stazione di Padova: treni in tilt all'alba di lunedì

  • Morte cerebrale per Anna, la quattordicenne colpita da arresto cardiaco a scuola

Torna su
PadovaOggi è in caricamento