É morto Antonio "Toni" Albertin, funzionario del Comune di Padova

L'uomo, sessantenne, è stato rinvenuto esanime nella sua abitazione di Maserà di Padova giovedì mattina. A dare l'allarme alcuni colleghi che lo aspettavano a una riunione

Una morte improvvisa, che ha lasciato sgomenti colleghi, amici, conoscenti, anche chi lo aveva conosciuto solo all'interno dell'ambito lavorativo.

Il ritrovamento

Lo aspettavano a una riunione giovedì mattina e non vederlo arrivare, lui che era sempre puntuale, ha insospettito tutti. Non riuscendo a raggiungerlo al telefono, i colleghi hanno allertato la polizia locale. Al citofono nessuna risposta: quando con l'aiuto dei vigili del fuoco hanno sfondato la porta della sua abitazione di Maserà è arrivata la terribile scoperta. All'interno giaceva Antonio, 60 anni, con tutta probabilità stroncato da un malore. Inutili i tentativi di rianimazione, il medico non ha potuto che constatarne il decesso, che sarebbe avvenuto per cause naturali.

Chi era

Antonio Albertin, per tutti "Toni", dal 2007 ricopriva la carica di funzionario con posizione organizzativa all'interno del Settore contratti appalti e provveditorato del Comune di Padova, nel cui organico era entrato nel 1982. Lascia la madre e il fratello, che vivono a Urbana. Nel pomeriggio di giovedì quando la notizia della sua morte ha cominciato a diffondersi si è levata un'ondata di cordoglio da parte del personale di Palazzo Moroni ma anche da decine di amici e conoscenti che lo hanno ricordato soprattutto per la sua puntualità e gentilezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due anni di canone Telepass gratuito per chi risiede a Padova e provincia: l'iniziativa

  • Manifestazione #IoApro: l'elenco di bar e i ristoranti che aderiscono all'iniziativa

  • Andrea Pennacchi: «So taca na machina, ma respiro. Grazie a tutti i medici, sono in buonissime mani»

  • La pasticceria Le Sablon fa servizio al tavolo per #ioapro: prese le generalità a clienti e titolare

  • Famiglia si sbronza per "dimenticare" il parente morto: 17enne sviene, i genitori sfondano la porta del pronto soccorso per farlo curare

  • Solesino: primo comune italiano a dotarsi di un'Alfa Romeo Stelvio per la polizia locale

Torna su
PadovaOggi è in caricamento