menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La vittima Gabriele Carraro (a destra) con la moglie e il figlio (foto concessa da Studio3A)

La vittima Gabriele Carraro (a destra) con la moglie e il figlio (foto concessa da Studio3A)

Morì in azienda travolto dal camion: indagati i vertici di Pittarello, si attende l'autopsia

Il pubblico ministero ha disposto l'autopsia sulla salma di Gabriele Carraro, deceduto per un infortunio sul lavoro, e iscritto i titolari dell'azienda nel registro degli indagati

A una settimana dalla morte in ospedale dall'operaio 56enne Gabriele Carraro, arrivano importanti sviluppi da parte della magistratura. Lo rende noto la società di risarcimento danni Studio3A, che assiste la famiglia della vittima.

L'autopsia

Un primo importante passo è costituito dall'autopsia sul cadavere del 56enne di Legnaro, disposta mercoledì dal pubblico ministero della procura padovana Andrea Girlando che ha incaricato come consulente tecnico medico legale la dottoressa Rossella Snenghi. L'esame autoptico si svolgerà nel pomeriggio del 24 gennaio e, come consulente di parte, vedrà assistere la dottoressa Alessandra Rossi. «L'accertamento dovrà non solo chiarire le cause del decesso e confermare che fatale per la vittima è stato l’urto con il mezzo pesante in retromarcia, ma anche dare un importante contributo per la ricostruzione della dinamica» spiega Studio3A.

Indagati per omicidio colposo

Altro passaggio determinante è l'iscrizione nel registro degli indagati dei quattro amministratori padovani della Pittarello Spa. A finire sotto inchiesta non è dunque il conducente del veicolo che ha materialmente travolto Carraro, ma i vertici dell'azienda. Un atto dovuto, che consentirà loro di nominare i propri difensori e consulenti di parte in sede di autopsia. Il reato contestato è omicidio colposo aggravato dalla violazione delle norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro: «Non si procede per omicidio stradale ma per incidente mortale sul lavoro» specifica Studio3A «Evidentemente il magistrato, sulla scorta del rapporto degli ispettori dello Spisal, ha verificato nell’azienda una situazione particolarmente carente sul fronte della sicurezza».

L'infortunio fatale

Carraro era rimasto vittima del fatale incidente lunedì 13 gennaio quando, nella sede di Pittarello Spa in via Austria, era stato colpito alla testa da un camion in manovra. Le sue condizioni sono parse da subito disperate e meno di due giorni dopo l'uomo era deceduto all'ospedale di Padova.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento