Morto in crociera, la procura archivia ma la famiglia chiede nuove indagini

La famiglia del ragazzo tutelata dall’avvocato Omar Bottaro, non si ferma qui. Il legale non vuole commentare la disposizione del pm ma fa sapere che con ogni probabilità chiederà l’opposizione all’archiviazione davanti al gip

Il pubblico ministero Marco Brusegan ha chiesto l’archiviazione per la morte di Matteo Sartori, giovane di 33 anni originario di Piove di Sacco e residente a Fossò (Ve) deceduto il 12 settembre scorso a Padova in seguito ad una caduta accidentale avvenuta all’interno della Msc Crociere mentre si trovava al largo delle coste albanesi.

Famiglia si oppone

Per il pubblico ministero, che ha sottoposto il caso al medico legale veneziano Antonello Cirnelli, non ci sarebbero colpe da registrare nei confronti dei medici albanesi che hanno avuto in carico il ragazzo, né dei medici padovani che hanno prestato le ultime cure prima del decesso. La famiglia del ragazzo tutelata dall’avvocato Omar Bottaro, non si ferma qui. Il legale non vuole commentare la disposizione del pm ma fa sapere che con ogni probabilità chiederà l’opposizione all’archiviazione davanti al gip.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Emofobia

Allo stato dei fatti non sarebbero state acquisite le cartelle cliniche e il piano generale della sicurezza della Msc, questi i motivi che spingeranno la famiglia a chiedere ulteriori indagini. Matteo, insieme alla fidanzata Sonia Marcato, si trovava in vacanza sulla nave quando una sera a cena si è tagliato il dito con un crostaceo. Il giovane ha lasciato la compagna dicendo di voler andare in cabina a prendere un cerotto, ma lungo il tragitto è caduto giù da una scala. Matteo soffriva di emofobia, una forte paura del sangue che probabilmente gli ha fatto perdere i sensi. Il giovane è stato trovato da una hostess che ha messo in moto i soccorsi. Portato prima a Durazzo e poi a Tirana, Matteo è stato portato in ospedale a Padova, ma per lui non vi erano più speranze.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto tornando a casa, diciottenne Padovano perde la vita

  • Coronavirus, Zaia: «Stiamo iniziando a entrare nel vivo della battaglia»

  • Il miglior panettone del mondo si trova alla pasticceria Estense: Francesco Luni vince l’oro assoluto

  • «Non ho la mascherina perché non riconosco la legge italiana»: scatta la multa di 400 euro

  • Crisanti lascia Padova e va allo Spallanzani

  • BEƎ: sui colli Euganei una struttura mobile per vivere esperienze uniche

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento