Arzergrande, bocciata la mozione per il completamento dell'idrovia Padova-mare

Il consiglio comunale, con i soli voti della maggioranza, vota contro la proposta per sollecitare Regione e governo nel completamento dell'opera di salvagurdia idraulica

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Riceviamo e pubblichiamo:

"La mozione sul completamento dell’idrovia, opera fortemente promossa dalla regione Veneto, è stata invece bocciata dal comune di Arzergrande.

IL CONSIGLIO. La sera di lunedì 31 luglio è stata discussa e votata, in consiglio comunale, la mozione sul completamento dell’idrovia Padova-mare. La mozione presentata dal Piercarlo Cavalletto, consigliere di opposizione nel consiglio comunale, ricalcava la proposta presentata dai comitati a dicembre, in concomitanza con la mostra itinerante dedicata all’alluvione del 1966.

SCOPI DELLA MOZIONE. L’intento della mozione, già sottoscritta da amministrazioni di ogni orientamento politico, era condividere e stimolare il completamento del progetto - che ora è a livello preliminare - portandolo allo stato definito ed esecutivo e di considerare l’opera tra quelle prioritarie nel piano di salvaguardia idraulica intrapreso, dopo il 2010, dalla regione Veneto. La mozione aveva anche il chiaro intento di inserire tale opera fra le priorità nazionali e di aprire il dialogo Stato-Regione, per il reperimento anzitutto dei fondi per la sua progettazione e, poi, per la realizzazione.

LA BOCCIATURA. A gennaio 2017 l’assessore regionale all'ambiente Gianpaolo Bottacin aveva ringraziato le amministrazioni comunali che si erano adoperate per la sottoscrizione del suo operato. Da allora nessuna notizia sullo stato d’avanzamento dell’opera. La mozione è stata compattamente respinta dalla maggioranza, mentre le opposizioni hanno votato a favore. Al termine Il sindaco Filippo Lazzarin ha dichiarato il suo impegno ad incontrare nell’immediato l’assessore regionale Gianpaolo Botticin".

Torna su
PadovaOggi è in caricamento