menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I carabinieri durante la liberazione del meticcio

I carabinieri durante la liberazione del meticcio

Cane alla catena e sotto le intemperie: per il proprietario scatta la multa

É stato sanzionato dai carabinieri il 60enne padovano che in un terreno di sua proprietà teneva un cane in condizioni vietate dalla legge regionale, legato e senza un riparo adeguato

Una catena lunga appena un paio metri e nient'altro: non una cuccia, una tettoia, un qualsiasi riparo dalle piogge battenti delle ultime settimane. In queste condizioni è stato notato il meticcio di un uomo multato dai carabinieri.

Le segnalazioni

A segnalare la situazione al 112 sono state le guardie zoofile allertate a loro volta da alcuni passanti che, dentro un terreno privato nelle campagne di Fontaniva, hanno notato per giorni le sofferenze dell'animale. Il cane si trovava nel piazzale di un'area adibita a rimessa, costretto a muoversi per tutto il giorno di soli pochi passi perché bloccato da una catena.

Cosa dice la legge

Rintracciato il proprietario 61enne i militari del Nucleo radiomobile di Cittadella gli hanno notificato una sanzione di 100 euro. In Veneto infatti dal giugno 2014 la legge regionale sulla tutela degli animali d'affezione vieta l'uso della catena negli spazi privati se non per documentabili motivi sanitari. Il cane era comunque in discrete condizioni di salute e non sono stati rilevati altri maltrattamenti fisici, cosa che ha evitato all'uomo la denuncia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento