Cronaca

Sull'autobus senza guanti e mascherina: stangata anche una casalinga

Proseguono a ritmo serrato i controlli per contrastare la diffusione del Coronavirus. Dopo la firma dell'ultima ordinanza regionale massima attenzione all'uso dei dispositivi di protezione

I controlli a bordo dei mezzi pubblici

Un servizio straordinario allestito giovedì mattina dai carabinieri a bordo dei mezzi pubblici nel capoluogo ha portato a sanzionare per diverse centinaia di euro una casalinga e un giovane.

Le verifiche

Il controllo rientrava fra le attività specifiche organizzate dalla stazione dei carabinieri di Padova Principale nell'ambito del contrasto alla diffusione del contagio da Covid-19. In particolare, come già avvenuto nelle ultime settimane, i militari hanno portato avanti le verifiche su tutto il territorio di pertinenza per verificare i motivi dichiarati dai cittadini sorpresi fuori casa. Giovedì un servizio speciale è stato allestito a bordo degli autobus della città, in cui vige l'obbligo dell'ultilizzo di mascherina e guanti oltre a quello del distanziamento di almeno due metri dagli altri passeggeri.

Le multe

Sull'autobus che effettua il servizio sostitutivo al tram, nella tratta fra la stazione ferroviaria e il capolinea nord dell'Arcella, due sono state le infrazioni punite con una salata multa. Tra i sedili infatti i carabinieri hanno trovato una casalinga italiana di 48 anni e un 24enne marocchino, entrambi seduti senza alcun dispositivo di protezione. L'obbligatorietà dei dpi, già in vigore sui mezzi pubblici, è stata ribadita dall'ultima ordinanza regionale in materia di Coronavirus, firmata lunedì scorso dal governatore Zaia. Pertanto i due passeggeri hanno ricevuto una sanzione di 400 euro ciascuno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sull'autobus senza guanti e mascherina: stangata anche una casalinga

PadovaOggi è in caricamento