Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

"Mr. Simpatia" ora ha un volto: identificato e multato il writer autore di decine di scritte nell'Alta

Si tratta di un 18enne, studente modello e impegnato anche nel volontariato, il quale si è già detto disponibile a sostituire il pagamento della multa da 500 euro con delle attività di pubblica utilità

Si firmava "Mr. Simpatia". Ma ora ha anche un volto: a seguito dell’attività investigativa svolta dalla polizia locale della Federazione dei Comuni del Camposampierese è stato individuato e multato per imbrattamento e deturpamento di edifici pubblici un writer, resosi responsabile nell’ultimo anno di decine di graffiti e scritte tra Massanzago e Camposampiero.

Le indagini

Le attività di indagine erano partite lo scorso anno, in seguito agli imbrattamenti di alcuni edifici pubblici a Massanzago. Il sindaco stesso aveva accompagnato gli agenti della polizia locale in una delle frazioni del paese: diverse scritte effettuate con dello spray nero erano apparse su muri, cabine elettriche, panchine e sui box degli autovelox, e tutte riportavano la stessa firma. L’approfondimento investigativo si è sviluppato successivamente, quando scritte e disegni si sono sparsi anche in tutto il centro cittadino di Camposampiero: dai sottopassi pedonali della stazione dei treni fino agli istituti scolastici superiori Newton e Pertini. Il tutto è stato scrupolosamente repertato e ha permesso agli agenti della 3^ Unità Operativa - Sicurezza Urbana di attribuire al writer decine di episodi di imbrattamento, aventi ad oggetto muri di edifici pubblici e privati, cabine di energia elettrica, pensiline degli autobus, cassonetti delle immondizie, arredi urbani. 

La sorpresa

Le immagini e le testimonianze raccolte hanno permesso agli Agenti di risalire all’autore dei fatti, un ragazzo italiano 18enne, studente modello e impegnato anche nel volontariato. Il ragazzo, convocato nel comando di polizia locale di piazza Castello, inchiodato dalle prove raccolte dagli agenti non ha potuto che ammettere le proprie responsabilità, giustificando quanto fatto per un moto di ribellione verso la società sviluppato in un periodo difficile della sua vita personale, ora superato, e che trovava sfogo con graffiti e scritte di protesta sui muri, tutti riportanti una firma che lo identificava, nel gergo dei writer la sua “tag”. Firma che ha permesso agli investigatori di collegare tra loro i diversi graffiti realizzati tra Camposampiero e Massanzago. Il giovane è stato quindi multato in base al nuovo Regolamento di polizia urbana, realizzato dal Comandante Paolocci e recentemente approvato dai 10 comuni della Federazione, con una pesante sanzione di 500 euro. Il giovane si è già detto disponibile a sostituire il pagamento della multa con delle attività di pubblica utilità di valenza educativa e a favore della collettività, di valore corrispondente all’importo della sanzione pecuniaria prevista.

Comandante Paolocci

Il Comandante Paolocci ha dichiarato: «Grazie al nuovo Regolamento di Polizia Urbana valido su tutto il territorio della Federazione, abbiamo più strumenti per intervenire in casi di episodi di inciviltà e degrado, come questo caso dimostra. Da parte del ragazzo c'è pentimento e disponibilità a rimediare. È importante che la sanzione non sia solo economica, ma sia anche educativa per il giovane trasgressore, che potrà ripagare la collettività del danno causato con lavori di pubblica utilità, cosa ora permessa dal regolamento». Anche i sindaci di Massanzago e Camposampiero hanno voluto ringraziato il Comandante per l'attività investigativa svolta dai suoi agenti che ha portato all'identificazione dell'autore delle scritte che avevano deturpato le mura delle due cittadine

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mr. Simpatia" ora ha un volto: identificato e multato il writer autore di decine di scritte nell'Alta

PadovaOggi è in caricamento