menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Agente della polizia municipale multa automobilista

Agente della polizia municipale multa automobilista

Multe, il 50% non viene pagato Comune passa la palla a Equitalia

Amara sorpresa in arrivo per chi credeva fossero finite nel dimenticatoio: le sanzioni non evase nel 2010 verranno riscosse, per decisione di palazzo Moroni, da Equitalia, per un valore totale di oltre 3 milioni di euro

Infrazioni al codice della strada, prime fra tutte divieti di sosta e passaggi non autorizzati nelle zone a traffico limitato, e ammende relative a ordinanze emanate dal prefetto o sindacali, quella antiprostituzione in primis. E poi una caterva di sanzioni comminate sempre dalla polizia municipale di Padova nel corso del 2010, e mai pagate dai destinatari, ai quali Equitalia presenterà il conto, ovviamente maggiorato a causa del ritardo. È quanto predisposto da palazzo Moroni tramite un atto ufficiale firmato giovedì dal comandante della polizia municipale Lorenzo Panizzolo. Sono 36mila le cartelle esattoriali affidate alla temuta società di riscossione crediti, per un importo medio di 86 euro, e attraverso di esse il Comune punta ad incassare 3 milioni 109 mila euro, importo che corrisponde quasi alla metà del ricavato annuo proveniente dalle multe, e che verrà investito, assicura l'amministrazione, in favore della viabilità cittadina.

"L'UNICO MODO PER NON PAGARE È NON ESSERE MULTATI". Questo il commento laconico dell'assessore alla polizia municipale Marco Carrai, che pure riconosce il ruolo della crisi economica nella difficoltà crescente delle famiglie di saldare i pagamenti, anche quelli delle multe. Ma quando si tratta del codice della strada, gli automobilisti lo sanno, dalla legge non si scappa, e dal canto suo il Comune non rinuncia ad una fonte così importante di introiti. D'altra parte i multati hanno avuto due anni e mezzo per tirar fuori i soldi, e Carrai ricorda: "Prima di avviare la riscossione coattiva, che comporta maggiori spese per il multato, mandiamo sempre un avviso a casa per dare il tempo di pagare senza maggiorazioni", aggiungendo che sono possibili rateizzazioni ai pagamenti.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento