Cronaca

E' morta Daniela Dante, una vita tra i fiori del chiosco sotto i portici di Palazzo Moroni

Ha lottato contro un male incurabile. La storica fioraia gestiva insieme al marito Galdino un'attività nata nel lontano 1947

Ha preparato fiori per anni all'angolo di Palazzo Moroni. Cerimonie, matrimoni e lauree al Bo. Daniela Dante, 65 anni, conosciuta anche come “Mara”, dopo aver lottato contro un male incurabile, non ce l'ha fatta. Fino a poche settimane fa era ancora a lavoro, nonostante la malattia stesse prendendo il sopravvento su di lei e i medici avessero iniziato a darle della morfina per attenuare i forti dolori. Gestiva il chiosco “L’arte dei fiori” con il marito Galdino Prendin. Lascia una figlia, Debora. Viveva a Caltana di Santa Maria di Sala (Venezia).

La storia

Aperto nel 1947 proprio all’angolo di Palazzo Moroni che affaccia su via Oberdan nel corso degli anni è diventato un punto di riferimento per i padovani del centro storico, i commercianti, i laureati, a cui al volo preparava i fiori per festeggiare uno dei momenti più importanti della loro vita. Un angolo di colori dove Mara passava tutto il giorno e dove era impossibile non incrociarla. «Il suo sorriso ci mancherà» commenta l’assessore al commercio Antonio Bressa, che la vedeva tutti i giorni prima di andare nel suo ufficio in Comune «perché era una persona disponibile, gentile, solare. Una figura di riferimento, molto amata dai clienti e dai colleghi fiorai». Il funerale si terrà domani, mercoledì 15 settembre, alle 10.30 alla parrocchia di San Carlo all’Arcella.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' morta Daniela Dante, una vita tra i fiori del chiosco sotto i portici di Palazzo Moroni

PadovaOggi è in caricamento