rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Cronaca

Nasce Confapi Sanità Disabilità Sport: "Voce alle aziende del territorio che non ne hanno"

Sono 512 le aziende del settore “sanità e assistenza sociale” attive nel territorio padovano, 2.051 quelle in Veneto. A loro si rivolge la nuova sezione dell’Associazione delle piccole e medie imprese. Promotore dell’iniziativa è l’imprenditore Massimo Pulin

Sono 512 le aziende del territorio padovano attive nel settore “sanità e assistenza sociale”, 2.051 quelle in Veneto. Un ambito di lavoro cresciuto addirittura del 75,9% in provincia rispetto alle 291 aziende operative nel 2008, stando ai dati dell’ultimo rapporto della Camera di Commercio sulla dinamica delle imprese locali. Espressamente di loro si occupa “Confapi Sanità Disabilità Sport”, nuova sezione di Confapi Padova che vuole rivolgersi appunto a cliniche, operatori nel settore della sanità e della riabilitazione, produttori di ausili e componenti ortopedici e medicali. Promotore dell’iniziativa è l’imprenditore Massimo Pulin, Presidente dell’Associazione Icora e dell’azienda Orthomedica, leader nel settore ortoprotesico. Entro il mese di settembre Pulin presenterà la sua “squadra”, che vedrà convergere non meno di 50 aziende. A patrocinare il progetto è l’Onorevole Daniela Sbrollini, Presidente Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati.

CONFAPI SANITA'. "Confapi Sanità Disabilità Sport nasce per dar voce ad aziende che sin qui non l’avevano e promuovere l’aggregazione di unità che sino a oggi non sono mai riuscite a presentarsi come un soggetto forte. Un’aggregazione tanto più importante oggi alla luce di una spesa pubblica nel settore che andrà sempre più a ridursi" spiega Pulin. Le ragioni per partecipare all’iniziativa? "Essenzialmente tre. La prima: portare avanti un lavoro di lobby nei confronti delle istituzioni sia a livello regionale che nazionale. È appunto la spinta a far sentire la voce di un settore importante ma spesso non considerato adeguatamente che ci spinge ad aggregarci. La seconda: incentivare sinergie tra sanità, industria e cittadini, foriere di nuove opportunità per tutti e tre gli anelli della catena. La terza ragione è legata al welfare: in un momento storico come questo, in cui l’assistenza sanitaria complementare si appresta a entrare sempre più nella vita di ciascun lavoratore, puntiamo a promuovere e valorizzare servizi che sono strategici per l’economia e il benessere della società in cui viviamo".

L'INIZIATIVA. L’iniziativa è patrocinata, come detto, dall’Onorevole Daniela Sbrollini, lo scorso 30 giugno tra i relatori all’Assemblea generale di Confapi Padova a Villa Borromeo: "Con la nascita di Confapi Sanità Disabilità Sport le imprese si mettono a servizio del welfare per il nostro Paese. Oggi salutiamo una nuova importante iniziativa legata al mondo della sanità: un progetto che intende rappresentare, sostenere e promuovere le sinergie tra i principali attori veneti nel settore della produzione di presidi sanitari, biomedicali e ortopedici, dei servizi sanitari al cittadino e del benessere psico-fisico".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce Confapi Sanità Disabilità Sport: "Voce alle aziende del territorio che non ne hanno"

PadovaOggi è in caricamento