menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piazze, giardini e locali: continua il "Natale Sicuro" della polizia locale

Servizi di vigilanza straordinari, nell'ambito dei controlli intensificati per le festività natalizie, sono stati attuati mercoledì scorso dagli agenti della Federazione dei Comuni del Camposampierese: risultati dell'operazione

Continua il "Natale Sicuro" della polizia locale della Federazione dei Comuni del Camposampierese. Nella giornata di mercoledì, è stato predisposto un servizio straordinario di vigilanza sul territorio; in particolare, i controlli si sono concentrati sulle piazze di Camposampiero e di Trebaseleghe, dove erano in corso i mercati settimanali, sulle aree dei parchi pubblici, sui luoghi di sosta e transito maggiormente frequentati, sugli esercizi pubblici e su quelle aree cittadine dove maggiore è stata la richiesta di un rafforzamento delle attività di vigilanza. Nei servizi sono stati impiegati anche due equipaggi del Nucleo operativo sicurezza urbana, oltre alle pattuglie già di turno.

CAMPOSAMPIERO. Nei servizi effettuati a Camposampiero, sono state fermate due ragazze di origine serba, con piccoli precedenti penali alle spalle, sorprese a mendicare sotto i portici del centro. Per loro è scattata una sanzione di 160 euro prevista dal regolamento di polizia urbana. Un uomo di origine romena è stato multato perché non trovato in regola con i documenti per il soggiorno. Un mendicante di 60 anni, sempre di origine serba, è stato fermato mentre chiedeva soldi alle macchine ferme in attesa del verde al semaforo vicino all'ospedale: accompagnato in comando per un controllo più approfondito, gli agenti hanno scoperto che l'uomo era ricercato per un furto commesso solo pochi giorni prima a Padova. Lo straniero è stato così portato in Questura per essere fotosegnalato ed è stato poi denunciato a piede libero. Sul suo conto sono emersi numerosi precedenti penali per furto, ricettazione, invasione di terreno ed edifici.

TREBASELEGHE. A Trebaseleghe, un 30enne di origini nigeriane, segnalato per la sua insistenza nel chiedere l'elemosina ai passanti ed ai commercianti delle bancherelle al mercato, è stato inseguito e raggiunto mentre cercava la fuga salendo su un autobus di linea di passaggio. L'uomo è stato identificato ed allontanato. Sempre a Trebaseleghe, una pattuglia ha fermato un uomo che era stato segnalato aggirarsi tra le case, chiedendo insistentemente di poter entrare con la scusa di visionare le bollette della luce. Gli agenti hanno verificato che l'uomo era in effetti un regolare agente di una azienda del servizio elettrico. Infine un anziano signore di Castelfranco Veneto (Treviso) è stato denunciato per “interruzione di pubblico servizio”: l'uomo, per protestare per una vecchia storia riguardante una compravendita immobiliare, si era seduto con un vistoso cartello nella sala di aspetto del municipio di Trebaseleghe, non intenzionato ad allontanarsi se non dopo essere stato ricevuto dal sindaco. Non nuovo a gesti eclatanti e già denunciato in passato, il signore è stato più volte invitato ad uscire all'orario di chiusura degli uffici comunali. Al suo persistere nell'azione di protesta, gli agenti della polizia locale, minacciati a parole e con un bastone dall'anziano, lo hanno dovuto accompagnare fino all'uscita. Poi è scattata la denuncia all'autorità giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Come fare una manicure semipermanente in casa senza l’uso della lampada

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento