menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La crociera sui Navigli (padovanavigli.it)

La crociera sui Navigli (padovanavigli.it)

Può riprendere la navigazione sul Naviglio per la gioia di 60mila visitatori, ordinanza dà l'ok

La giunta con il documento a far data dal 30 marzo ripristina le condizioni di navigazione ordinaria

Da venerdì problema risolto: sul Naviglio del Brenta si naviga senza problemi. “In effetti – spiega Antonio Piccolo, delegato del Consorzio Battellieri del Brenta e presidente del Consorzio di Promozione Turistica di Padova– problemi insormontabili non ne abbiamo mai avuti, però è vero che la messa fuori servizio delle conche di Noventa Padovana e Voltabarozzo qualche difficoltà al turismo fluviale l’aveva creata”.

L'ordinanza

Difficoltà riconducibili, in buona sostanza, a due quadri elettrici fuori norma che avevano convinto la Giunta Regionale ad emettere un’ordinanza, lo scorso 4 dicembre, che sospendeva la navigazione sul Naviglio del Brenta a causa “di un ammaloramento degli impianti elettrici”. Nei giorni scorsi la revoca con una nuova ordinanza della stessa Giunta che, per l’appunto a far data dal 30 marzo (in verità l’ordinanza parla di “2017” ma si tratta, ovviamente, di un refuso) ripristina le condizioni di navigazione ordinaria.

"60 mila passeggeri annui"

“Adesso – continua Piccolo – è dunque possibile navigare senza problemi da Padova alla laguna ed il ripristino della navigazione giusto a ridosso della Pasqua ci consente di guardare con fiducia alla stagione che sta aprendosi, finalmente, dopo un inverno protrattosi fino alla scorsa settimana”. A torto considerato marginale nell’offerta turistica padovana, il turismo fluviale è invece uno dei fattori che più, in questi anni, sta conoscendo uno sviluppo a doppia cifra con oltre 60mila passeggeri annui. “Percorrere il Naviglio del Brenta – conclude Piccolo – è un’esperienza unica: offre una visione diversa della città, fa abbandonare la frenesia del traffico e, soprattutto, è un’esperienza green che consente di immergersi non solo nella storia unica di un territorio unico (la campagna tra Venezia e Padova), ma di fondersi con l’architettura e l’arte di un territorio che richiama sempre più visitatori”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Il neo Presidente Masin: «Natura e turismo, così immagino il Parco Colli. Essere cacciatore non è in antitesi con questo ruolo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento