menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

AI Navigli arriva la notte della Taranta. 22 e 23 giugno sul lungargine piovego

Si esibiranno 4 noti gruppi pugliesi a ritmo di pizzica e tarantella. Per l'occasione ci saranno anche stand di prodotti tipici del Sud

Due serate di taranta e pizzica ai Navigli. Per il quinto anno consecutivo Chicco Contin e Andrea Oreste ospiteranno i ritmi musicali salentini sul lungargine Piovego, per regalare ai padovani un po' di Sud. E stavolta ci sarà anche l'angolo del cibo, con specialità tipiche del tacco dello stivale a rendere più “appetisosa” la due giorni. Venerdì 22 e sabato 23 giugno si esibiranno 4 noti gruppi pugliesi su 4 diversi palchi per quelle che saranno a tutti gli effetti le nostre “Notti della Taranta”. A salire sul palco e a far ballare ci saranno: Cantalicunti, Li Filàri, Tremulaterra e Alberto Sergi&Aranke Group, tutti notissimi gruppi di musica popolare e ballate meridionali.

CANTALICUNTI

Nasce dall'incontro delle estremità della terra di Puglia, Gargano e Salento, verso un altrove lontano dalle proprie origini, e tuttavia con esso comunicante, attraverso le svariate voci dell'emigrazione. Il patto siglato da Danilo Andrioli, noto musicista salentino con 10 anni di esperienza negli Officina Zoè, e Domenico Bocale, magnifico cantatore del Gargano e delle sue infinite influenze, e i musicisti salentini (come i tamburi di Gigi Pano) e danzatrici del pordenonese, è germogliato un nuovo modo di raccontare il Sud come luogo del mediterraneo. Si assaporano i suoni e le danze della pizzica pizzica salentina, della tarantella del Gargano, della tammurriata campana e delle loro suggestioni arabe, senza trascurare la musica cantastoriale pugliese, calabrese e siciliana.

LI FILA'RI

E un quintetto nato per importare la musicalità e il folklore pugliese. Li Filári, tradotto significa i filari, ovvero solchi nel terreno coltivato da cui nascono i frutti della terra, ossia quelloche la terra rievocata dal gruppo salentino. Terra bagnata da due mari, verso la quale verrà trasportato l'ascoltatore in una commistione di ritmi, danze e canti tra sacro e profano.

TREMULATERRA

E' un trio di musica popolare salentina che, con la spontaneità e la goliardia tipiche delle feste paesane, propone un ampio repertorio di stornelli salentini, canti polivocali alla stisa, valzer, mazurke e pizzica. Il trio è formato da artisti che hanno attinto a piene mani dalla maestria di voci storiche della tradizione salentina (come Uccio Aloisi e Pino Zimba) e ne ripropongono le sonorità con semplicità e senza contaminazioni.

ALBERTO SERGI&ARAKNE GROUP

Sono i maestri della pizzica. La chiamano “Pizzica e nasce come musica di guarigione dal morso della taranta, e permette a donne e uomini di liberarsi dalle oppressioni della vita andando in trance, esibendosi in movimenti danzanti unici. Ma il Salento non è solo pizzica e Sergi porterà anche ai Navigli i canti di lavoro e di protesta, di emigrazione e di carcere, serenate d’amore e stornelli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Come fare una manicure semipermanente in casa senza l’uso della lampada

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento