menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Centovetrine", controlli in oltre cento negozi durante il Natale

Al via il progetto della polizia locale del Camposampierese negli undici comuni della Federazione. Accertamenti sugli articoli in vendita, sul commercio di fuochi d'artificio, sulla regolarità nell'inizio dei saldi

Tutela dei consumatori e leale concorrenza tra gli operatori commerciali: sono gli obiettivi del progetto “Centovetrine” che la polizia locale della Federazione del Camposampierese ha iniziato proprio in questi giorni.

IL PROGETTO "CENTOVETRINE". Il progetto prevede il controllo di almeno cento vetrine di altrettanti negozi nei centri storici degli undici comuni che compongono la Federazione. In particolare, gli uomini del comandante Walter Marcato verificheranno che gli articoli esposti nelle vetrine riportino correttamente i prezzi di vendita, come prevede la normativa. Nel caso vengano rilevate irregolarità, gli agenti, in questa prima fase, inviteranno il commerciante a regolarizzarsi al più presto. Le sanzioni scatteranno solo nel caso in cui i commercianti non rispettino la prima diffida e siano trovati ancora non in regola ad un secondo controllo.

DIECI NEGOZI NON IN REGOLA. “Già una trentina di negozi sono stati controllati in questa prima settimana - racconta il responsabile del progetto, il commissario Luca Meneghini - ed una decina non sono stati trovati in regola. I commercianti si sono giustificati dichiarando di avere ancora le vetrine in allestimento per prepararsi alle vendite natalizie”.

VENDITA DI FUOCHI D'ARTIFICIO. Prima di Capodanno, il progetto prevede poi accurati controlli sulle vendita di fuochi di artificio e articoli pirotecnici. Già da due anni gli agenti verificano nei punti vendita più frequentati che la merce riporti sulle confezioni le necessarie prescrizioni per l'uso in sicurezza nonché l'obbligatoria marcatura CE, e soprattutto il rispetto del divieto di vendita ai minori di 18 anni per i botti più potenti.

CONTROLLO SUI SALDI "ANTICIPATI". Dopo Natale, infine, come richiesto anche dalla regione Veneto, inizierà una capillare attività di verifica del rispetto delle disposizioni regionali sulle vendite di fine stagione invernale, previste per il 5 gennaio. Negli anni scorsi, infatti, la polizia locale ha accertato diverse infrazioni a carico di negozianti, specie nel settore dell'abbigliamento, che mettevano in vendita articoli a prezzi scontati ben prima della partenza ufficiale dei saldi.

NATALE SICURO, ULTIMO RAPPORTO. Il progetto “Centovetrine” si inserisce nel più ampio progetto “Natale sicuro”, che, anche in questa seconda settimana di attuazione, sta dando ottimi risultati. Venerdì sera, un equipaggio della polizia locale ha fermato ed identificato due carovane di nomadi accampati in un parcheggio non lontano dal centro di Villa del Conte. I componenti della famiglia nomade sono risultati tutti con numerosi precedenti penali per reati di tipo predatorio e sono stati quindi invitati ad allontanarsi dal territorio della Federazione. Giovedì, due pattuglie del Nucleo operativo sicurezza urbana sono intervenute in supporto per un trattamento sanitario obbligatorio a Camposampiero; in serata hanno fermato ed identificato a Campodarsego un clandestino proveniente dall'Iraq. Lo straniero è stato accompagnato in questura a Padova per le pratiche di espulsione.

CENTO DENUNCE IN UN ANNO. "Quest'anno siamo già ad oltre cento denunce penali accertate dai nostri agenti - dichiara più che soddisfatto il comandante Walter Marcato - il trenta per cento in più rispetto allo scorso anno. In pratica una denuncia ogni tre giorni. Questo a significare la professionalità dei nostri agenti impegnati in strada con compiti non più limitati alla sola polizia stradale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento