menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Nek di Monselice

La Nek di Monselice

Capo "chiuso fuori" dai dipendenti Il titolare denuncia 24 lavoratori

Accade alla Nek di Monselice. L'imprenditore si era recato con i tecnici in azienda per un sopralluogo dopo avere subìto il danneggiamento di diversi macchinari, ma non gli è stato permesso di entrare

Imprenditore denuncia 24 dipendenti della sua ditta. Accade a Monselice, all'interno dell'azienda Nek di via Umbria.

TITOLARE DENUNCIA 24 DIPENDENTI. Il titolare, M.Z., 54 anni, redente nel Rodigino, accusa i suoi lavoratori di violenza privata. I fatti risalgono a martedì mattina, quando il 54enne si è recato nella propria azienda per un sopralluogo e un inventario dei danni con alcuni tecnici. Nei giorni precedenti, infatti, diversi macchinari erano stati resi inutilizzabili da qualcuno che, volontariamente, li ha messi fuori uso.

CAPO "CHIUSO FUORI". All'arrivo del capo, però, i 24 dipendenti hanno fatto un blocco per impedirgli l'accesso, convinti che le persone con lui fossero lì per la vendita dell'azienda. È già in corso, infatti, una vertenza sindacale, perché la ditta avrebbe tolto alcuni benefit ai suoi lavoratori. Questi ultimi, evidentemente spaventati all'idea di perdere il proprio posto di lavoro, hanno quindi "chiuso fuori" il titolare.

I DANNEGGIAMENTI. L'imprenditore ha denunciato i fatti ai carabinieri, che stanno verificando l'accaduto. Il 54enne crede, infatti, che quelle 24 persone alle sue dipendenze possano essere state anche artefici dei danneggiamenti alle attrezzature: l'azienda è stata costretta a chiudere momentaneamente fino al ripristino della funzionalità dei macchinari. La Nek non è altro che la sede operativa della cooperativa Libera, che si occupa di riciclaggio di materia plastica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento