rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca

Nel giorno della Madonna dei Noli il Vescovo sui No Vax: «Incomprensibile atteggiamento»

Anche quest’anno in forma ridotta proprio a causa della situazione sanitaria, si è svolto il tradizionale omaggio alla Madonna  della  Noli in Piazza Garibaldi, in occasione della Festività dell’Immacolata

Si è tenuto anche quest’anno in forma ridotta a causa della situazione sanitaria, il tradizionale omaggio alla Madonna  della  Noli in Piazza Garibaldi, in occasione della Festività dell’Immacolata. Quest’anno  nella deposizione dei cuscini di fiori alla sommità della colonna che sorregge la statua della Madonna, i Vigili del Fuoco sono stati affiancati da un cittadino padovano non vedente, Giancarlo Pollesel, che nelle settimane scorse aveva chiesto al Comando dei Vigili di poter avere una parte attiva nella cerimonia. Aiutato dai  Vigili del Fuoco ha indossato l’imbragatura di sicurezza ed ha preso posto sulla piattaforma aerea che ha posizionato l’omaggio floreale. Alla cerimonia presenti anche il Sindaco Giordani, la Rettrice Mapelli e le autorità militari oltre che diversi consiglieri comunali come V. Pellizzarri, N. Tiso e L. Tarzia. Al termine della cerimonia tassisti e vigili del fuoco hanno suonato e clacson e sirene dai loro mezzi, come da tradizione. Di questa giornata restano senza dubbio le parole di Monsignor Cipolla che si è espresso anche sulla questione No Vax. 

«Ci ritroviamo - ha dichiarato Monsignor Cipolla - anche quest’anno a dover variare le consuetudini a causa della pandemia che ormai da troppo tempo ci sta provando nella quotidianità. Ma sono grato per l’invito dell’Amministrazione comunale all’omaggio alla Madonna dei Noli, nella solennità dell’Immacolata. Ancora una volta desideriamo affidarci a Maria e vorrei che lo facessimo con le parole di papa Francesco nel recente viaggio apostolico a Cipro e in Grecia: “preghiamo la Madonna, perché ci apra gli occhi alle sofferenze dei fratelli”. Non dimentichiamoci delle sofferenze del povero, del migrante, del fratello vicino e di quello lontano». Il vescovo ha parlato anche di pandemia: «Siamo ancora divisi, distanti, la paura fa prevalere l’egoismo e l’individualismo, non ci fa vedere l’altro che chiede aiuto o che ha il diritto di essere salvato e salvaguardato, di essere curato e tutelato, di poter vivere una vita dignitosa».

Poi il vescovo, stimolato dai giornalisti presenti, si è espresso sulla questione No vax: «Non riesco davvero a comprendere il senso di questo loro atteggiamento di resistenza. Una resistenza che, in fin dei conti, si traduce nella non difesa non solo di se stessi ma pure degli altri, a cominciare dalle persone più anziane, più deboli e più fragili. Chi si è vaccinato ha ormai maturato una certa difesa dal coronavirus, mentre chi non l’ha fatto rischia di ammalarsi molto seriamente».

IMG_8346-4

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel giorno della Madonna dei Noli il Vescovo sui No Vax: «Incomprensibile atteggiamento»

PadovaOggi è in caricamento