menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Se non paghi ti farai molto male" Nomade denunciato per estorsione

Aveva proposto al titolare di un'impresa a Bastia di Rovolon di godere di un servizio di affilatura di prova per le sue lamiere: gratis. A lavoro eseguito, ha iniziato a contattarlo con minacce e pressioni telefoniche

Minacce al telefono, sempre più frequenti. Tutto è iniziato quando il titolare di una ditta di Bastia di Rovolon, che impiega utensili e lamiere, si è lasciato convincere ad usufruire di una prova "gratuita". Un ragazzo gli ha suggerito il nome di un amico "molto bravo" nell'affilatura, che gli avrebbe fatto un ottimo lavoro. Se fosse stato soddisfatto, avrebbe potuto ricontattarlo in seguito. Un buon patto, accettato di buon grado. Peccato che, a prestazione avvenuta, il titolare si sia tenuto le sue lamiere affilate senza affidare altri incarichi (pagati) al volenteroso lavoratore. A quel punto, sono iniziate le minacce.

MINACCE TELEFONICHE. La vittima ha iniziato a ricevere diverse telefonate minatorie in cui gli si chiedeva di pagare il lavoro di affilatura. Il malcapitato, ovviamente, non ne ha voluto sapere, visto che, da accordi, si trattava di una prova "gratuita". La voce al cellulare si faceva sempre più insistente: "Se non paghi, ho degli amici che potrebbero farti molto male". Fino a quando il proprietario dell'impresa ha deciso di rivolgersi ai carabinieri. Il tracciato telefonico ha permesso di risalire al titolare del numero incriminato. Si trattava proprio del giovane che aveva proposto il vantaggioso patto, forse risentitosi del fatto che l'amico non fosse stato ricontattato per una seconda affilatura.

ESTORSIONE. Il ragazzo, di 20 anni, straniero e senza fissa dimora, è stato denunciato per estorsione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento