menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Noventa, dopo lo sparo torna a minacciare l'anziano e la badante

L'albanese Dritan Caushi è tornato a infastidire con messaggi anche di morte il pensionato Paolo Meneghetti e la badante sua ex fidanzata anche dopo essere stato colpito da arma da fuoco e allontanato per le continue vessazioni

È passato appena un mese e mezzo dallo scorso 5 gennaio quando venne colpito da un colpo di arma da fuoco, ma è già tornato davanti all'abitazione di Noventa Padovana del pensionato e della sua ex, per continuare a tormentare i due con minacce anche di morte.

I PRECEDENTI. Il recidivo è l'albanese 33enne Dritan Caushi, disoccupato e pregiudicato, che a gennaio appunto era stato colpito dal pensionato 66enne, Paolo Meneghetti, esasperato dalle continue minacce e offese, anche telefoniche, dagli appostamenti fuori dalla sua abitazione, i danneggiamenti, le richieste insistenti di poter incontrare e parlare con l'ex fidanzata attualmente collaboratrice domestica e in precedenza badante della moglie.


CAUSHI Dritan-2L'ARRESTO. Il gip del tribunale di Padova aveva già disposto a Caushi il divieto di avvicinamento non inferiore a 100 metri dal pensionato e dalla donna. Ma ieri sera, dopo che Meneghetti se l'è ritrovato davanti casa, chiamati i carabinieri, e non ancora placatosi nel suo scialacquare di improperi, è stato arrestato per atti persecutori e portato in carcere al Due Palazzi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento