menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lo Iov Veneto è oggi la quinta struttura specialistica oncologica d’Italia

Lo Iov Veneto è oggi la quinta struttura specialistica oncologica d’Italia

Nuova farmacia Iov: si preparano 60mila chemioterapie

Ieri l'inaugurazione della nuova struttura costata 880 mila euro e che consente di raddoppiare le preparazioni delle terapie destinate ai malati di tumore assistiti internamente ma anche per quelli degli altri ospedali padovani

Raddoppiate, grazie alla nuova sede, le chemioterapie che possono essere preparate all'interno della farmacia dell’Istituto Oncologico Veneto (Iov) con sede a Padova.

CHEMIOTERAPIE PERSONALIZZATE. Costruita utilizzando le più sofisticate tecnologie rivolte alla sicurezza del processo ed alla garanzia di massima qualità e conservazione dei medicinali, è in grado di predisporre 60 mila terapie personalizzate l’anno contro le 30 mila di prima, per i pazienti assistiti internamente ma anche per quelli degli altri ospedali padovani.

LA NUOVA FARMACIA. La struttura, realizzata con un investimento di 880 mila euro e con il contributo della Fondazione Valentini Terrani e della famiglia Coltro-Lorenzini, è un gioiello d’avanguardia nel delicatissimo settore della preparazione delle chemioterapie per i malati di tumore.

TERAPIE DI QUALITÀ. “Nonostante le difficoltà del momento – ha detto ieri all'inaugurazione l’assessore regionale alla sanità Luca Coletto – in Veneto si continua ad investire in sanità ed in qualità dei servizi. Questo ne è un esempio lampante, perché, come purtroppo si è visto di recente in un caso a Palermo, le chemioterapie possono essere estremamente tossiche ed anche un minimo errore può provocare gravi danni al paziente. Qui tutte le procedure garantiscono che il margine di errore sia veramente ridotto al minimo e che la qualità delle terapie allestite sia la più elevata possibile”.

IOV. Lo Iov Veneto è oggi la quinta struttura specialistica oncologica d’Italia, ma sale al secondo posto per il rapporto di produttività in relazione ai ricercatori impegnati. “Ciò vuol dire – ha aggiunto Coletto – che siamo di fronte ad una vera e propria eccellenza nazionale”. Oltre al grande ed apprezzato lavoro di ricerca, lo Iov eroga annualmente più di 350.000 prestazioni ambulatoriali e più di 2.000 interventi chirurgici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento