Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca Este

Este-Legnago: intesa per un ulteriore tratto della nuova Padana Inferiore

Saranno 22 chilometri di strada a pedaggio. Esenti i residenti dei comuni padovani interessati dall'infrastruttura da 250 milioni di euro: Carceri, Ospedaletto, Ponso, Santa Margherita d'Adige, Casale di Scodosia, Megliadino San Fidenzio, Montagnana, Urbana

Il tracciato della nuova "Padana Inferiore"

La giunta regionale ha approvato lo schema del protocollo d'intesa che Regione, Provincia di Padova e di Verona e Veneto Strade spa sottoscriveranno per l’affidamento in concessione della progettazione e realizzazione della tratta in nuova sede tra Este e Legnago, con gestione di tutta la nuova strada regionale 10 “Padana Inferiore” tra le statali 16 “Adriatica” e 434 “Transpolesana”.

L'OPERA. L'affidamento dell'incarico avverrà con gara europea. L'infrastruttura, a due corsie e lunga 22 chilometri, sarà a pedaggio. Esenti però i residenti dei Comuni interessati dal suo passaggio: Carceri, Ospedaletto Euganeo, Ponso, Santa Margherita d’Adige, Casale di Scodosia, Megliadino San Fidenzio, Montagnana, Urbana, e quelli veronesi di Bevilacqua, Minerbe e Legnago.

I COSTI. 250 milioni di euro la spesa preventiva, a fronte di una disponibilità pubblica della Regione di 35,6 milioni. Ragion per cui la strada intrapresa dagli amministratori è quella della concessione, non solo per la progettazione e la realizzazione della tratta in nuova sede, ma anche per l’ammodernamento delle due tratte esistenti della regionale 10, in prosecuzione ad est ed a ovest del tratto in nuova sede, con gestione di tutta la nuova “Padana Inferiore”.

LA NUOVA “PADANA INFERIORE”. “La realizzazione di una nuova ‘Padana Inferiore’ – ha ricordato l'assessore veneto alla Mobilità, Renato Chisso – è prevista dalla programmazione regionale sin dal 1990, ma solo dopo la regionalizzazione della vecchia statale 10 è stato possibile aprire al traffico il primo lotto, tra Ca’ Oddo di Monselice e Palugana di Carceri. Lo scorso anno, tramite Veneto Strade, sono stati resi disponibili la progettazione preliminare e lo studio di impatto ambientale dell’intero tratto veneto, sulla quale è stata espressa Valutazione di Impatto Ambientale positiva. L’opera è stata infine ricompresa nell’Intesa Generale Quadro sulle infrastrutture sottoscritta tra Governo e Regione, ed è dunque condivisa sia a livello regionale che nazionale”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Este-Legnago: intesa per un ulteriore tratto della nuova Padana Inferiore

PadovaOggi è in caricamento