menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Biblioteca universitaria a Padova

Biblioteca universitaria a Padova

Nuove biblioteche per l'università Una al Liviano e una in via Marzolo

Sotto la sala dei Giganti un'ampio spazio ospiterà circa 3 mila metri lineari di libri e una sala lettura con 150 posti. Il restauro dell'edificio denominato "ex Fisiologia" invece sarà dedicato ai volumi di Scienze

Nuovi spazi per antichi saperi. L'università di Padova si rinnova e fa largo a due importanti progetti di ristrutturazione che, al piano terra del palazzo Liviano in piazza Capitaniato e nell'edificio ex Fisiologia in via Marzolo, ospiteranno due nuove biblioteche. Il via libera è arrivato lunedì pomeriggio dal consiglio di amministrazione del Bo.

AL LIVIANO. La proposta progettuale riguarda il restauro e il recupero edilizio del piano terra sottostante la sala dei Giganti e dei portici vicini all'area Carraresi costruiti attorno agli anni '40, che erano stati realizzati allo scopo di creare un accesso esterno alla sala. Attualmente l'area risulta parzialmente inutilizzata, l'intervento proposto prevede l'utilizzo di una superficie di circa mille metri quadrati che si adatti all'esigenze dell'attuale biblioteca Tito Livio, vi sarà un ingresso indipendente da piazza Capitaniato, un collegamento interno, tramite la scala esistente e un nuovo ascensore, con l'attuale deposito libri interrato, la realizzazione di scaffalature aperte per circa 3 mila metri lineari di libri, una sala lettura con 150 posti a sedere, uffici per il personale e nuovi servizi igienici. L'intervento sarà inserito nel piano triennale 2013-2015.

IN VIA MARZOLO. L'università ha anche approvato il progetto preliminare per gli interventi di recupero dell'edificio Ex Fisiologia , in via Marzolo 3, per la realizzazione della nuova Biblioteca di Scienze. L'intervento consiste nella ristrutturazione di 3 porzioni di piano dell'attuale edificio: il piano interrato, oggi destinato a laboratori, diverrà deposito libri; il piano rialzato sarà destinato all'accesso, all'accoglienza, all'aula magna, aula conferenze, agli uffici, area ristoro e sala lettura con scaffali aperti; il primo piano sarà tutto dedicato alla biblioteca e a sale di lettura.

ACCORDO CON LA CITTÀ DELLA SPERANZA. Fra le delibere di maggior spicco approvate figura anche la sottoscrizione di un protocollo operativo fra la Fondazione Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza, l'azienda ospedaliera di Padova e l'università per la gestione della Torre della Ricerca. Il protocollo riguarda spese, manutenzione, sicurezza, adeguamento della struttura, manutenzione delle apparecchiature sanitarie e scientifiche.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento