Nuovi impianti fognari a Montegrotto Terme

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Sono stati assegnati lo scorso 30 gennaio alla ditta edile Abbadesse srl di Camisano Vicentino i lavori per realizzare la rete di fognatura nera e i relativi collegamenti al depuratore intercomunale nelle vie Risorgimento, Siesalunga e Catajo a Montegrotto Terme, non ancora servite dalla rete di fognatura pubblica.
Un intervento da 607.320 euro, finanziato con fondi di Etra Spa previsti nel Piano d'Ambito del Consiglio di Bacino Brenta.

Prosegue dunque l'opera di estensione capillare della rete di collettamento per acque di fognatura nera a tutte le località e le vie periferiche, in modo da attuare in maniera compiuta l'opera di risanamento ambientale del territorio promossa dall'amministrazione comunale e da Etra, ente gestore del ciclo idrico integrato.

L'intervento consiste nella realizzazione di tutte le opere necessarie a fornire il servizio di fognatura nera alle utenze situate lungo le vie Risorgimento, Siesalunga e Catajo, che attualmente riversano i propri reflui in vasche Imhoff o fosse settiche nella rete idraulica superficiale, con ovvie conseguenze sugli aspetti igienico-sanitari e ambientali.

I reflui saranno convogliati al depuratore di Montegrotto Terme dove saranno trattati in modo adeguato.
Saranno posati 859 metri lineari complessivi di condotte, i collettori di raccolta, le relative strutture di ispezione e predisposti gli allacciamenti alle proprietà private con esecuzione delle tubazioni secondarie di allacciamento dai pozzetti del collettore principale fino al limite della proprietà stessa, dove verrà posato il pozzetto d'utenza.

Le utenze private, a lavori ultimati, riceveranno la notifica che li inviterà ad allacciarsi alla nuova rete di fognatura, previa esecuzione nella proprietà privata dei necessari lavori interni di adeguamento, in carico ai diretti frontisti.
La ditta provvederà anche al ripristino delle sedi stradali, con il rifacimento del tappeto per tutta la larghezza della sede della via interessata dal cantiere in quanto i lavori, pur riguardando solo mezza carreggiata, manometteranno il piano viabile per tutta la sua larghezza per la realizzazione degli allacci alle utenze private e per il passaggio di mezzi durante le lavorazioni.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento