menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I nuovi cestini

I nuovi cestini

I nuovi cestini anti-degrado, contro "grafomani e mozziconi per terra"

I primi contenitori a terra sono già stati installati in centro a Padova sotto i portici. Saranno tutti più maneggevoli, leggeri e dotati di posacenere. Il design è stato studiato in modo da contrastare il fenomeno dei "graffiti"

AcegasApsAmga e comune di Padova danno il via al progetto di razionalizzazione dei piccoli contenitori per i rifiuti urbani, finalizzato ad abbattere i costi di manutenzione e aumentare il decoro in città.

I NUOVI CESTINI ANTI-DEGRADO. Sotto i portici del centro, è iniziata in questi giorni la posa dei nuovi contenitori a terra dedicati alla raccolta di piccoli rifiuti non differenziati, che gradualmente sostituiranno quelli attualmente installati. L’operazione mira ad una razionalizzazione, per arrivare, nel corso dei prossimi anni, a uniformare a sole due le tipologie i cestini presenti in città: un tipo fissato a terra e uno adatto per essere fissato ai pali. Attualmente, invece, si contano almeno 9 tipologie differenti, per un totale di oltre 3.700 cestini a Padova.

UN DESIGN ANTI-GRAFFITI. I nuovi cestini sono stati dotati di un design poco allettante per contrastare il fenomeno dei "grafomani imbrattatori". Non solo, saranno tutti muniti di posacenere per ridurre anche il problema dei mozziconi gettati al suolo: "L'invito che rivolgiamo ai fumatori - ha commentato l'assessore all'ambiente Matteo Cavatton - è quello di spegnere i mozziconi nel posacenere e di gettare i resti della sigaretta nei cestini. Si tratta di un piccolo gesto per ottenere un grande risultato".

PIÙ SICUREZZA PER GLI OPERATORI. "Oltre a costituire un elegante elemento di arredo urbano adatto a inserirsi armoniosamente in un contesto monumentale di pregio come il centro medievale di Padova - viene inoltre spiegato - i nuovi cestini sono più leggeri e maneggevoli per gli svuotamenti e, nel caso ve ne sia la necessità, come in occasione di manifestazioni pubbliche, sono più facili da rimuovere o spostare, a beneficio della salute degli operatori ecologici".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Come fare una manicure semipermanente in casa senza l’uso della lampada

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento