menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stazioni di Vigonza: investimento da 2,1 milioni per 427 posti auto e collegamenti ciclabili

Parcheggiare a Busa e a Barbariga per raggiungere Padova in treno sarà possibile con i nuovi finanziamenti della Regione che prevedono tutta una serie di lavori per le migliorie

Novecentocinquantamila euro dalla Regione Veneto, altrettanti da Reti Ferroviarie Italiane. Un milione e novecentomila euro di enti sovracomunali per finanziare la costruzione del nuovo parcheggio della stazione ferroviaria di Busa di Vigonza (200 posti) e la ristrutturazione e l'ampliamento di quello già esistente nello scalo di Barbariga (227 posti). Totale: 427 posti auto per un investimento complessivo di due milioni e centomila euro.

I parcheggi scambiatori

Il Comune infatti compartecipa con la somma di duecentomila euro. Forse mai prima di oggi Regione e RFI avevano investito 1,9 milioni di euro per parcheggi nelle piccole stazioni del Padovano, i quali funzioneranno soprattutto da “scambiatori”: tra gli scopi c'è quello di favorire la sosta delle auto per incoraggiare l'uso del treno per arrivare a Padova. Le due stazioni RFI di Vigonza sono inoltre già servite da piste ciclabili comunali.

Mobilità intermodale

«È un grande giorno per Vigonza -ha commentato il sindaco Innocente Marangon- il nostro progetto, che si concretizzerà grazie al super finanziamento concesso da Regione e RFI, che ringrazio davvero, e la compartecipazione del Comune, è il primo stralcio di un ampio intervento pubblico che vuole migliorare la mobilità sostenibile e intermodale (treno, bus, tram di Padova, bicicletta), tanto per l'uno quanto per l'altro park, pur in forme differenziate. Inoltre, si inserisce nella più ampia programmazione del Piano Urbano di Mobilità Sostenibile della COMEPA (Conferenza Metropolitana di Padova) e traccia una strada anche per tutti gli altri Comuni dell'area urbana che detengono una stazione ferroviaria (Vigodarzere, Villafranca, Abano e Montegrotto).  Vuol dire ridurre in quantità rilevante il numero di autoveicoli che quotidianamente entrano a Padova con positive ricadute ambientali, sulla salute, economiche e sulla riduzione dei tempi di spostamento».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Padova usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento