menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'area dell'aeroporto Allegri e di San Lazzaro

L'area dell'aeroporto Allegri e di San Lazzaro

Nuovo ospedale, commissione fa il punto: zona aeroporto o S. Lazzaro

Presentati gli esiti delle valutazioni affidate ai tecnici sulle proposte e progettualità sul tappeto. Per il sindaco Bitonci la scelta finale ricadrà su Padova Est, che il Comune è disposto a cedere gratis

La commissione tecnica incaricata ha concluso la propria disamina sui vari siti in cui potrebbe sorgere il nuovo ospedale di Padova. "Adesso tutto è chiaro e improntato alla massima trasparenza. Ringrazio Claudio Dario e tutti i tecnici che hanno contribuito a fare presto e bene esattamente ciò che serviva. Da oggi abbiamo una valutazione precisa, tecnica e perciò molto significativa, rispetto a tutti i progetti e le ipotesi che si sono susseguite nel tempo". Lo ha dichiarato il presidente della Regione Luca Zaia, commentando con soddisfazione la presentazione degli esiti delle valutazioni della commissione di tecnici sulle proposte e progettualità sul tappeto. "Avevamo preso con i padovani e con i veneti un impegno preciso: basta parole e lavorare a pancia bassa – ha aggiunto Zaia – che oggi viene rispettato. Ogni aspetto, dal più importante al meno significativo, è stato messo sotto il microscopio. Adesso non è più possibile sbagliare".

BITONCI TIFA PER SAN LAZZARO. Soddisfatto anche il sindaco Massimo Bitonci, che propende per la realizzazione nell'area di San Lazzaro, a Padova Est. "Le deduzioni esposte confermano la posizione dell'amministrazione - ha commentato - anzitutto perché bocciano la destinazione indicata dai nostri predecessori: l'area di Padova Ovest risulta essere a rischio idrogeologico, mentre i costi e i tempi per l'esproprio del sito paiono nel primo caso quantomeno incerti, nel secondo sicuramente troppo lunghi. Ad oggi emergono due ulteriori fattori - ha continuato - uno relativo allo standard dimensionale dell'area su cui si dovrà insediare il nuovo policlinico, uno alla scarsità di risorse a disposizione per realizzarlo. Lo standard è di 400mila metri quadri, poco meno rispetto alla dimensione complessiva dell'area di San Lazzaro, indicata preliminarmente dal Comune. Grazie questo nuovo dato, ogni polemica sull'ampiezza della superficie di Padova Est può dirsi archiviata. Veniamo al tema delle risorse. L'area dell'aeroporto è di proprietà del demanio, civile e militare, mentre quella di San Lazzaro è per gran parte in disponibilità immediata del Comune, che è disposto a cederla gratis. Quest'ultima osservazione non può che far propendere la scelta per il sito di Padova Est, perché consente un abbondante risparmio di denaro pubblico – ha concluso Bitonci – Le osservazioni sull'unicità e continuità dell'area dell'aeroporto valgono anche per quella di San Lazzaro: l'amministrazione è dotata di un progetto per deviare via Luigi Einaudi e unificare la superficie, di modo che sia anch'essa immediatamente fruibile".   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento