menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La palazzina occupata (fonte: Twitter Aurora Battistella)

La palazzina occupata (fonte: Twitter Aurora Battistella)

Giornata internazionale migrante Occupata palazzina in via Venezia

Secondo Agenzia sociale per la casa, Razzismo Stop e Cso Pedro che mercoledì mattina hanno guidato il blitz, l'edificio abbandonato, ribattezzato Casa dei diritti Don Gallo, potrebbe accogliere una cinquantina di rifugiati

Una cinquantina di rifugiati guidati da Agenzia sociale per la casa, Razzismo Stop e centro sociale Pedro hanno occupato mercoledì mattina un edificio abbandonato in via Venezia a Padova. Lo stabile, chiuso da circa tre anni ma in buone condizioni, è di proprietà di un'istituto bancario che l'ha messo all'asta dopo un pignoramento. Il blitz è scattato in occasione della Giornata internazionale dei migranti che ricorre il 18 dicembre con manifestazioni di piazza in varie città italiane a sostegno dei diritti dei rifugiati e contro il razzismo.

"CASA DEI DIRITTI DON GALLO". Gli attivisti, che hanno affisso alcuni striscioni all'esterno della palazzina, hanno ribattezzato la struttura "Casa dei diritti Don Gallo". Dalla piattaforma multimediale Global project, che sul web dà voce ai movimenti, gli organizzatori hanno commentato l'iniziativa in tempo reale: "È giunto il momento in cui i rifugiati e i migranti si riconquistano uno spazio e si riprendono i diritti di abitare e vivere questa città. La palazzina occupata è capace di accogliere la cinquantina di rifugiati che necessitano di un posto in cui vivere dignitosamente e che sono qui a lottare insieme per i loro diritti nella giornata del 18 dicembre".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento