menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il coordinatore nazionale Yuri Bozzi (docente del Centro di Biologia Integrata - CIBIO dell'Università di Trento) premia il vincitore Giulio Deangeli

Il coordinatore nazionale Yuri Bozzi (docente del Centro di Biologia Integrata - CIBIO dell'Università di Trento) premia il vincitore Giulio Deangeli

Olimpiadi delle neuroscienze 2013: vince un padovano

Giulio Deangeli, dell'istituto "Ferrari" di Este, si è aggiudicato la gara nazionale svoltasi sabato a Trento. Il giovane si è aggiudicato la borsa di studio per rappresentare l'Italia alla sfida mondiale di settembre a Vienna, in occasione del World Congress of Neurology

È padovano il "miglior cervello" uscito vincitore dall'ultima edizione delle Olimpiadi delle Neuroscienze.

CHI È. Giulio Deangeli, studente dell'istituto superiore "Ferrari" di Este, si è aggiudicato la gara nazionale che si è svolta sabato 20 aprile a Trento, al dipartimento di Lettere e filosofia dell'Università, dopo le fasi selettive avvenute prima nelle scuole e poi a livello regionale. Il giovane si è aggiudicato la borsa di studio per rappresentare l'Italia all'International brain bee (Ibb), competizione internazionale che mette alla prova studenti delle scuole medie superiori sul grado di conoscenza nel campo delle neuroscienze. La sfida mondiale si terrà a Vienna dal 21 al 26 settembre 2013, in occasione del World Congress of Neurology.

LA COMPETIZIONE. "Ragazzi e ragazze di tutto il mondo competono per stabilire chi ha il "miglior cervello" - spiegano gli organizzatori della sfida internazionale - su argomenti come l'intelligenza, la memoria, le emozioni, lo stress, l'invecchiamento, il sonno e le malattie del sistema nervoso. Scopo principale della competizione è diffondere fra i giovani l'interesse per le neuroscienze".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento