Omicidio Noventa, i fratelli Sorgato e Manuela Cacco presentano ricorso in appello

I tre sono accusati della morte della segretaria di Albignasego. Attraverso i propri legali hanno impugnato la sentenza di condanna per omicidio volontario a loro carico

Nel giugno scorso sono stati condannati in primo grado a 30 e 16 anni di carcere per l'omicidio di Isabella Noventa, la segretaria 55enne di Albignasego scomparsa nella notte del 15 gennaio 2016 ed ora, come riportano i quotidiani locali, Freddy Sorgato, la sorella Debora e Manuela Cacco hanno impugnato la sentenza e, attraverso i loro legali, hanno fatto ricorso alla Corte d'assise d'appello. Il ricorso proposto dalla difesa si appellerebbe al fatto che non è stata trovata la prova necessaria per dimostrare il delitto.

TUTTI GLI ARTICOLI SUL CASO

Freddy e Debora Sorgato sono accusati di omicidio volontario aggravato dalla premeditazione e di soppressione di cadavere. Per la tabaccaia di Camponogara (Venezia) Manuela Cacco, per la quale il pm aveva chiesto 16 anni e 8 mesi per lo stalking e la simulazione di reato, il giudice ha stabilito 16 anni e 10 mesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Bacchiglione restituisce un corpo: è la mamma di Bovolenta scomparsa lunedì

  • Piante "mangia-smog" per pulire l'aria malata: nella Bassa le prime coltivazioni di Paulownia

  • Cadavere lungo l'argine: il tragico gesto forse legato a problemi lavorativi

  • Dalle acque gelide emerge un cadavere: complesse le fasi dell'identificazione

  • Frontale tra due automobili: un'utilitaria finisce nel fossato, automobilista intrappolato

  • "L'alligatore", lunedì 27 iniziano le riprese della serie tv Rai: le vie e le piazze interessate

Torna su
PadovaOggi è in caricamento