rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Cronaca

Processo Noventa, quinta udienza: indagini sulle lettere di Debora a Barbara D'Urso e quella spedita in carcere a Freddy

I tre imputati accusati dell'omicidio di Isabella Noventa, tornano davanti al giudice. In aula potrebbero arrivare anche le due missive: quella anomina arrivata in carcere all'autotrasportatore ballerino e quella scritta dalla sorella Debora alla conduttrice di "Pomeriggio Cinque"

Quinta udienza per l'omicidio di Isabella Noventa, la segretaria 55enne di Albignasego sparita nella notte tra il 15 e 16 gennaio 2016. Davanti al gup Tecla Cesaro i tre imputati Freddy e Debora Sorgato e Manuela Cacco per i quali il pm Giorgio Falcone ha chiesto l'ergastolo per i fratelli e 16 anni e 8 mesi per la tabaccaia di Camponogara (Venezia). La parola andrà alle difese.

TUTTI GLI ARTICOLI SUL CASO

LETTERE. Come riportano i quotidiani locali, nella quarta udienza potrebbe arrivare in aula la questione della lettera anonima spedita in carcere a Freddy dove il mittente invita l'autostrasportatore ballerino a parlare e raccontare la verità, ventilando un coinvolgimento della Mala del Brenta nella morte di Isabella. Sotto la lente anche la missiva spedita da Debora Sorgato alla conduttrice del programma Mediaset "Pomeriggio Cinque" Barbara D'Urso dove scriveva "Ho deciso di scrivere a lei perchè voglio rendere pubblico che per me mio fratello non esiste più".

IL PROCESSO. Nel corso della prima udienza, Freddy Sorgato aveva presentato un manoscritto di cinque pagine, fornendo la sua versione dei fatti sulla notte in cui morì la segretaria di Albignasego. Nella seconda udienza di martedì invece, i fratelli e la tabaccaia veneziana non avevano tradito alcuna emozione, ascoltando impassibili la lettura delle oltre 300 pagine di requisitoria. Secondo il pm Falcone il movente dell'omicidio sarebbe la gelosia. Un sentimento che avrebbe spinto Debora Sorgato ad uccidere Isabella, gelosa del rapporto con il fratello, e al tempo stesso preoccupata che la donna si potesse attaccare ai soldi di Freddy. Non solo, a monte ci sarebbe stato anche un sentimento di rabbia per le pene d'amore del fratello. Lo stesso sentimento avrebbe mosso anche Manuela Cacco, gelosa del rapporto tra Freddy (di cui lei era l’amante) e Isabella. Nel corso della terza udienza invece il pm Giorgio Falcone, ha fatto la sua richiesta pene per i tre imputati: ergastolo per i fratelli Sorgato e e 16 e 8 mesi per Manuela Cacco, avanzate dal pm Giorgio Falcone.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo Noventa, quinta udienza: indagini sulle lettere di Debora a Barbara D'Urso e quella spedita in carcere a Freddy

PadovaOggi è in caricamento