Brutale omicidio all'Euganeo: trucidato con la roncola, muore dissanguato nel parcheggio

Tragico rinvenimento nel parcheggio sud dello stadio Euganeo. Ritrovato il corpo senza vita di un uomo trafitto da diversi fendenti. Poco lontano l'auto abbandonata dal killer

Nel primo pomeriggio di giovedì, attorno alle 14.30, un 51enne di origine filippina è stato trovato morto nel parcheggio sud dello stadio Euganeo, trafitto da numerosi colpi di arma da taglio, probabilmente inferti con una roncola.

L'allarme

Poco dopo le 13 una donna residente nelle vicinanze ha assistito a un litigio tra due persone, viste mentre si aggredivano sul luogo del delitto con delle armi, e ha chiamato a polizia. La testimone ha confermato che uno dei due era caduto a terra, mentre l'altro si è dato alla fuga in auto. Sul posto sono immediatamente arrivati gli uomini della questura, la polizia scientifica e il 118, che però non ha potuto far altro che decretare la morte dell'uomo pochi minuti dopo. La vittima è Walter Crispin Samiento Sahagun, filippino classe '67 e residente a Padova, sposato e padre di due figli.

Il fermo

Nell'immediato è stata fermata una persona, un connazionale 36enne della vittima: dopo l'intervento delle volanti, anche la scientifica è arrivata in via Sacharov in zona Montà dove è stata perimetrata l'area di un parcheggio in cui sembra sia stata abbandonata l'auto usata dal presunto per scappare. I rilievi sono durati fino a sera. Il fermato è attualmente sotto interrogatorio per chiarire il movente di un gesto tanto violento: dopo un pomeriggio e una notte sotto torchio, gli inquirenti propendono per una lite legata all'ambito privato e passionale.

L'uccisione

A uccidere il filippino pare siano stati numerosi colpi di roncola, che ne hanno causato la morte per dissanguamento dopo che i fendenti lo hanno colpito alle gambe e alle braccia, ai polsi in particolare. Evidenti i segni dei tentativi di difesa, con le mani e un polso martoriate. Nel parcheggio, a pochi metri dal cadavere, sono state trovate alcune armi da taglio, tra cui due katane giapponesi e la roncola, sicura arma del delitto. Sul ruolo delle due sciabole vige ancora il massimo riserbo: dovranno essere analizzate in laboratorio, perchè a prima vista non presentano tracce ematiche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live - Coronavirus: morto Adriano Trevisan, altri 9 casi accertati a Vo'. Università chiuse

  • Michele, con la famiglia in isolamento per senso di comunità

  • Coronavirus: primi due casi sospetti nel Padovano, l’ospedale di Schiavonia verrà svuotato

  • Governo, decreto straordinario: Vo' "sigillata" per quindici giorni, non si potrà entrare o uscire

  • Infarto durante l'ora di lezione a scuola: grave una studentessa di 14 anni

  • Coronavirus, la lettera del sindaco Giordani ai padovani

Torna su
PadovaOggi è in caricamento